Libri contro la violenza, al quinto Quartiere un punto di lettura per bimbi e famiglie: ora tocca alla città

L'annuncio del Garante per l'Infanzia grazie alla collaborazione della Circoscrizione che con uno sportello multidisciplinare offre da molti anni servizi di assistenza sociale, psicologica e padagogica ai minori e ai genitori che ne fanno richiesta

Nascerà presso la sede del V Quartiere, un punto di lettura per i bambini e le famiglie seguite dal Centro multidisciplinare grazie ai libri raccolti con la campagna “I libri curano l’anima” ideata da Maria Andaloro, fondatrice di Posto Occupato e dal Garante dell’infanzia Fabio Costantino.

A darne notizia lo stesso Garante che oggi è stato ospite del Consiglio circoscrizionale della V municipalità di Messina proprio per discutere la proposta di accordo tra l’Ufficio del Garante ed il V quartiere. 

Durante l’estate infatti, insieme ai professionisti dello sportello multidisciplinare che ha sede nel V quartiere, sono state poste le basi per avviare una fattiva collaborazione guidata dai principi della Convenzione sui diritti del fanciullo che ha tra i suoi punti fondamentali il Diritto del minore a non essere discriminato e ad avere pari opportunità.  Lo sportello multidisciplinare è attivo nella sede del V quartiere da molti anni ed offre servizi di assistenza sociale, psicologica e padagogica ai minori e alle famiglie che ne fanno richiesta. 

“Ho accolto con grande entusiasmo la proposta di collaborazione - scrive Costantino - che nelle prossime settimane verrà formalizzata con la firma di un Protocollo d’intesa, perché si iscrive perfettamente tra gli obiettivi che mi sono prefissato durante il mio mandato; raggiungere i bambini nei loro quartieri e decentralizzare i servizi del Garante. Con la formalizzazione di questo accordo il V Quartiere, anche per le sue peculiari caratteristiche e fragilità, sarà sostenuto dalle associazioni che con l’Ufficio del Garante hanno già sottoscritto accordi e dalle Istituzioni con cui il Garante collabora. L’obiettivo è aiutare i bambini ed i ragazzi nei luoghi della loro quotidianità perché tutti possano avere le stesse opportunità e le stesse occasioni..

Adesso tocca alla città. “Colgo l’occasione - è l'appello del Garante -  per rinnovare l’invito a tutti i cittadini, associazioni e rappresentanti delle Istituzioni a donare un libro del proprio scaffale per il punto di lettura circoscrizionale. Ad ogni libro donato/catalogato verrà apposto nel frontespizio un adesivo con i numeri nazionali e locali e le App utili per chiedere consigli, aiuto o denunciare episodi di violenza. Un doveroso ringraziamento al presidente del V Quartiere Ivan Cutè per l’invito, a tutti i consiglieri ed in particolare al presidente della commissione servizi sociali della circoscrizione, consigliere Franco Laimo, per aver voluto fortemente questa intesa insieme ai professionisti dello Sportello Multidisciplinare.  Non scoraggiamoci perché dopo ogni notte torna sempre il sole!”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • Covid, è morto il sindacalista Santino Paladino

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Messa della vigilia di Natale alle 20, cenoni e tombolate con parenti "ristretti": prime anticipazioni sul Dpcm delle feste

  • Coronavirus, due i casi a Messina con la sindrome di Kawasaki

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento