Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Erosione costiera, al via gli interventi sulla spiaggia di Galati: dureranno un anno

Ruspe in azione a quindici giorni dalla consegna dei lavori. Prevista una nuova barriera e la liberazione della spiaggia dagli attuali massi per un importo vicino ai due milioni e mezzo di euro. Il Comitato: "Oggi giornata importante"

Ruspe finalmente in azione lungo il litorale di Galati Marina. Dopo la consegna dei lavori lo scorso 14 aprile, sono iniziati i lavori di messa in sicurezza dall'erosione costiera dopo anni di attese e disagi patiti dai residenti del villaggio, impossibilitati ad utilizzare la spiaggia e costretti a vivere con la minaccia del mare. Gli interventi, affidati alla Vitruvio Srl, dureranno un anno e prevedono la realizzazione di una nuova protezione dalle mareggiate e la liberazione dell'arenile.  L'importo totale dei lavori sarà di circa due milioni e mezzo di euro mentre per il terzo stralcio occorrerà recuperare altri fondi e completare la messa in sicurezza fino a Santa Margherita. Gli scogli attualmente collocati in spiaggia verranno riutilizzati per le nuove barriere insieme ad altri massi da cava.

Sono state individuate due aree per il ricovero dei mezzi mentre la maggiorparte degli interventi avverrà direttamente in mare.A riguardo si attende ancora l'ultimo parere della Soprintendenza del Mare. 

Esprime soddisfazione il Comitato "Salviamo Galati Marina" che dall'inizio si è battuto per mettere in sicurezza la costa e rilanciare l'economia della zona. "Oggi è una data importante per Galati Marina e per il Comitato - spiega il presidente Giulia Ingegneri, che dal momento della sua costituzione (novembre 2019), ha intrapreso numerose iniziative per sostenere ed accelerare l'esecuzione di tali lavori, interloquendo con le varie istituzioni ed uffici preposti e raggiungere, così, la salvaguardia di questo territorio, martoriato da troppo tempo. Ci si è dovuti scontrare contro una politica ed una burocrazia “malate” e con la cosiddetta politica delle somme urgenze, che ha permesso che venissero spesi migliaia di euro per interventi assolutamente privi di utilità. Vogliamo esprimere la nostra soddisfazione continuando a sperare per la rinascita del litorale S. Margherita-Galati Marina, visto che, anche prima dell'avvio di quest'intervento, sono stati necessari più solleciti anche ufficiali (PEC da noi inviate ai vari responsabili ed alla ditta stessa). Siamo giunti, forse, allo step finale, noi continueremo a vigilare e monitorare per far sì che l’iter di avanzamento lavori proceda speditamente e secondo regola".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erosione costiera, al via gli interventi sulla spiaggia di Galati: dureranno un anno

MessinaToday è in caricamento