rotate-mobile
Cronaca

"Sisma dello Stretto", al porto arriva la nave Etna per accogliere i feriti

Alle 10.40 l'attracco del mezzo militare coinvolto nell'esercitazione di protezione civile. Proseguono le attività di simulazione di un terremoto di magnitudo 6

Fermento al porto storico questa mattina, parte integrante dell'esercitazione "Sisma dello Stretto" della protezione civile. Alle 10.40 è infatti arrivata la nave "Etna" per simulare l'accoglienza dei feriti provocati dal violento terremoto. Alle 12.30, sempre al Porto di Messina, attività salvaguardia beni culturali al Forte San Salvatore.

Prosegue l'esercitazione promossa e organizzata dal Dipartimento della Protezione Civile. All’iniziativa del Dipartimento nazionale hanno aderito le Regioni Sicilia e Calabria, i Comuni di Messina e Reggio Calabria e altri della provincia messinese e calabrese.

Le attività in città, per delega del Sindaco Federico Basile, sono coordinate dall’assessore alla Protezione Civile Massimiliano Minutoli, che "verifica la struttura di protezione civile nell’ambito dell’esercitazione senza alcun pericolo reale per la popolazione. Lo scenario prevede la simulazione di un terremoto di magnitudo 6 verosimilmente capace di innescare effetti ambientali a terra, come frane e liquefazioni, e fenomeni di maremoto che potenzialmente interesserebbero numerose località costiere, tra cui il Comune di Messina. Per maggiori informazioni sul coinvolgimento del Comune di Messina nell’ambito dell’esercitazione “Sisma dello Stretto 2022” contattare il numero telefonico 090-22866 o scrivere a protezionecivile@comune.messina.it". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sisma dello Stretto", al porto arriva la nave Etna per accogliere i feriti

MessinaToday è in caricamento