Ruba pc portatile in sacrestia, gli agenti lo beccano nascosto sotto un'auto in sosta

Un palermitano di 34 anni, pluripregiudicato, arrestato nella notte in via Tommaso Cannizzaro

Di offerte rubate nelle chiese è piena la cronaca ma stavolta il ladro era più interessato alle nuove tecnologie. Un palermitano di 34 anni, Pasquale Anaclio, è stato arrestato dai poliziotti delle Volanti che lo hanno sorpreso con il computer portatile appena rubato all’interno della sacrestia di una chiesa di Messina.

L'uomo, ha provato a scappare e poi a nascondersi sotto un’auto in sosta e a disfarsi della refurtiva ma è stato velocemente raggiunto e arrestato stanotte, intorno all'una, nei pressi della via Tommaso Cannizzaro.

Pluripregiudicato, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e già noto alle forze dell’ordine per altri furti perpetrati in chiesa e presso uffici pubblici cittadini, era riuscito ad introdursi nella chiesa presa di mira forzando la cancellata in ferro posta a protezione di una porta finestra. Una volta dentro aveva rubato il pc. Sarà giudicato stamani con rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore mentre consegna la frutta a un cliente, muore il titolare di una azienda

  • Donne contro le donne, esplode il caso delle vignette "scandalose" di Lelio Bonaccorso

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento