Cronaca

Occupazione degli ambientalisti per la Valle del Mela, Musumeci promette: “Non ci saranno nuovi impianti industriali”

Il presidente della Regione annuncia un incontro Roma con Gentiloni ma comitati e associazioni non demordono: “Troppe morti per inquinamento, occorre cambiare rotta per affrontare il futuro”

«La Valle del Mela non può ospitare ulteriori impianti industriali di forte impatto ambientale. L'ho scritto all'ex premier Paolo Gentiloni l'otto marzo 2018, quando ho formalizzato, nero su bianco, il parere contrario della Regione al progettato mega-inceneritore. Lo ripeterò nei prossimi giorni al ministro dell'Ambiente Sergio Costa, al quale ho chiesto un incontro a Roma per la prossima settimana”.

Parola del presidente della Regione Nello Musumeci, incalzato in questi giorni da sindaci e ambientalisti sulla necessità di adottare subito il piano paesaggistico ambito 9. Proprio stamattina i comitati e le associazioni della Valle del Mela hanno occupato il Comune di Pace del Mela per chiedere la firma immediata a tutela del territorio.

Musumeci ha assicurato che n quell’occasione ribadira l'esigenza di definire per la Valle del Mela un Piano di bonifica e di risanamento ambientale, che il governo regionale è disposto a cofinanziare. “Su quel territorio, colpevolmente sfruttato da decenni, abbiamo le idee ben chiare - dice Musumeci - E non da ora. Quanto al Piano Paesaggistico del Messinese, penso di completarne l'esame con i miei collaboratori entro due giorni. Lo avevo già detto, peraltro. Non mi spiego, quindi, l’animosità di alcuni gruppi e associazioni locali. Mi rifiuto di pensare che sia solo speculazione politica orchestrata da chi cerca visibilità, non potendone avere in altro modo. Voglio invece sperare che sia solo l'ansia di chi teme che la Regione possa, come nel lungo passato, continuare a restare inerte e inerme - se non complice - di fronte alla devastazione dei propri territori. Avrò il piacere di incontrare nelle prossime settimane quei volontari ambientalisti per ascoltare le loro proposte e concordare assieme ai sindaci della zona concrete iniziative di risanamento».
conclude Musumeci.

Un invito che le associazioni accolgono subito, anzi lo avevano ripetutamente sollecitato. “Siamo assolutamente pronti a sederci insieme al presidente per affrontare seriamente il futuro della Valle del Mela, che passa attraverso il risanamento, la bonifica, lo stop di ulteriori inseriamento dannosi per la salute pubblica - spiegano gli ambientalisti in questo momento raccolti al municipio di Pace del Mela con lo strisciole Giustizia per la Valle del Mela - e nello stesso tempo creare un modello di sviluppo sostenibile, valorizzando le bellezze paesaggistiche, naturalistiche, architettoniche e storiche affinchè diventino anche volano occupazionale”.

Le associazioni e i cittadini che stanno occupando precisano di aver messo in atto questa protesta perchè sono stanchi di soprusi perpetrati negli anni nella Valle. “Non esiste nessun tipo di speculazione politica o di partito - spiegano a Musumeci - perchè noi crediamo esclusivamente in un futuro migliore della Valle del Mela e siamo vittime delle scelte scellerate negli anni. Abbiamo perso genitori, amici, figli a causa del pressante inquinamento di matrice industriale. Non abbiamo bisogno di visibilità ma chiediamo solo risposte concrete per questo massacrato territorio. La Regione negli anni ha permesso da oltre cinquant'anni la realizzazione di impianti, elettrodotto e siti industriali che hanno arrecato problemi, preoccupazione. Ora basta”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupazione degli ambientalisti per la Valle del Mela, Musumeci promette: “Non ci saranno nuovi impianti industriali”

MessinaToday è in caricamento