Cronaca Longi

Coronavirus, peggiora la situazione a Longi: aumento di positivi nella zona rossa

Salgono i nuovi contagiati nonostante le restrizioni, il sindaco Antonino Fabio emette un'ordinanza sull'autodichiarazione dei contatti. Chi scriverà il falso ne risponderà penalmente

Peggiora la situazione a Longi che resterà zona rossa fino al 30 aprile. Possibile una proroga regionale visto che nelle ultime ore il numero dei positivi è cresciuto da 46 a 48. Si sono aggiunti due adulti ai nuovi contagiati. Restano sette i bambini positivi come 85 in totale le persone in isolamento, le condizioni (a parte alcuni stati influenzali con febbre) non sono gravi. Una donna di 85 anni invece è stata trasferita al Policlinico per essere ricoverata visto che a causa del covid-19 si è reso necessario il trasporto in ospedale. 

Longi zona rossa, anche sette bambini tra i positivi 

Il sindaco Antonino Fabio che ieri aveva lanciato un appello ai cittadini ha emesso un'ordinanza per la tracciabilità dei contatti visto che molti non dichiarerebbero di essere stati vicini a contagiati. Il primo cittadino obbliga a dichiarare quanto prima al proprio medico curante e alle autorità sanitarie competenti, tutti i contatti stretti, tramite dichiarazione autocertificata con le conseguenze penali in caso di dichiarazioni mendaci. (conviventi, familiari, amici, colleghi e varie). L'ordinanza si rivolge anche all'Usca ai Medici di Medicina Generale e ai Pediatri di Libera scelta di avviare, attraverso l'autodichiarazione predisposta dal Comune di Longi, le azioni per l'identificazione di eventuali contatti stretti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, peggiora la situazione a Longi: aumento di positivi nella zona rossa

MessinaToday è in caricamento