Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

“Clima pericoloso, serve rispetto anche per i morti”, è allarme su aggressioni e minacce da No Vax e No Green pass

Dal presidente della Regione al Garante per l'Infanzia la solidarietà “a donne e uomini che si espongono per contrastare le falsità diffuse da chi lavora contro la salute della comunità siciliana”. Fabio Costantino: “Al commissario Firenze il mio sostegno, non possiamo consentirci altre chiusure”

Minacciano i medici, vogliono fermare i treni, picchiano i giornalisti. Tutto per strumento come il green pass, probabilmente imperfetto, ma indispensabile per portare la gente a vaccinarsi, fattore fondamentale per la nostra salvezza economica e forse anche sanitaria.

Nella chat dei no vax è caccia a medici, politici e giornalisti con liste di nomi: “Fermateli”

“Come sta accadendo nel resto d’Italia, anche in Sicilia si moltiplicano gli episodi di minaccia dei no-vax o di chi, nell’estremismo dell'intolleranza, si professa tale”, è l’allarme lanciato dal presidente della Regione Nello Musumeci che ha voluto esprimere solidaretà  al professor Antonio Cascio, infettivologo dell’Università di Palermo, minacciato e insultato per aver sostenuto le ragioni della scienza ma anche “a tutte le donne e gli uomini che si espongono per contrastare le falsità diffuse da chi lavora contro la salute della comunità siciliana, il mio pieno appoggio e incoraggiamento”, conclude il governatore.

Un clima intolleranza che non accenna a placarsi e che ha colpito anche Messina.

“Da settimane in città, come nel Paese, il clima di odio nei confronti di scienziati e personalità che si sono schierati a sostegno della campagna di vaccinazione sta diventando pericoloso ed intollerabile -  spiega il garante per l’Infanzia Angelo Fabio Costantino - In un momento così complicato siamo chiamati tutti ad un maggiore senso di responsabilità per rispetto dei morti a causa di questo maledetto virus. Non dimentichiamo, ancora, che questa pandemia si è portato via tanti cittadini che non hanno potuto accedere alle cure per le patologie di cui erano affetti a causa della contrazione delle prestazioni ospedaliere. Ci si abitua ai numeri, non ai morti”.

Costantino ha manifestato la sua solidarietà al commissario per l’emergenza Covid Alberto Firenze, finito anche lui nelle mire dei novax. “Conosco la sua determinazione e professionalità e so già che alle minacce e alle pressioni risponderà solo con maggiore impegno e fermezza. Troppe saracinesche chiuse, troppe famiglie in seria difficoltà economica, troppi bambini che soffrono per le conseguenze indirette del Covid-19 a cui, con il commissario Alberto Firenze, abbiamo provato e continueremo, a dare cura e sostegno.

Colgo l’occasione per rinnovare l’invito, a chi è ancora incerto, ad accedere alla vaccinazione anche attraverso la consulenza dei medici dell’Ufficio commissariale, dei medici di base, dei pediatri di libera scelta che accompagneranno nel percorso di immunizzazione.

Non possiamo consentirci altre chiusure e la scuola in presenza è una priorità assoluta e un diritto inderogabile. Lasciamo parlare la scienza ed il buon senso perché presto si possa tornare ad una vita serena. Al professore Firenze va la mia stima ed il mio sostegno.”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Clima pericoloso, serve rispetto anche per i morti”, è allarme su aggressioni e minacce da No Vax e No Green pass

MessinaToday è in caricamento