rotate-mobile
Cronaca

Morto l'armatore Amedeo Matacena, era latitante a Dubai

Cinquantanove anni, già deputato nazionale di Forza Italia era scappato negli Emirati Arabi per sottrarsi al carcere. Nel febbraio scorso i giudici avevano restituito il patrimonio nell'ambito dell'inchiesta Breakfast a lui e all'ex moglie: la messinese Chiara Rizzo

Non c'è stato il tempo di soccorrerlo. Amedeo Matacena, l'armatore ed ex deputato di Forza Italia è morto negli Emirati Arabi Uniti, dove era scappato per sottrarsi al carcere, è morto. 

Cinquantanove anni, nato a Catania ma reggino di adozione, Amedeo Matacena è morto improvvisamente colpito da un malore, probabilmente un infarto, a Dubai dove viveva da molti anni. Si era rifugiato lì per non finire in carcere dovendo scontare una pena a tre anni per concorso esterno in associazione mafiosa. 

Aspettava di poter rientrare in Italia, non appena le autorità emiratine lo avrebbero permesso, Amedeo Matacena che nello scorso mese di agosto aveva ottenuto dai giudici della Corte d'assise d'appello di Reggio Calabria la revoca degli arresti e del sequestro dei beni. Ma l'armatore non è riuscito a esaudire il desiderio di rientrare in Italia. 

Nel febbraio scorso la restituzione del patrimonio a Matacena e all'ex moglie, la messinese Chiara Rizzo, nell'ambito dell'inchiesta Breakfast. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morto l'armatore Amedeo Matacena, era latitante a Dubai

MessinaToday è in caricamento