rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Cronaca

Il nuovo calendario della differenziata, come cambia il conferimento da nord a sud

Le novità in vigore dal 16 gennaio con l'incremento dei giorni per esporre il cartone. Obiettivo della partecipata il raggiungimento del 65% provando a ridurre la quantità di indifferenziato

Raccolta settimanale del cartone e del vetro per smaltire il carico di raccolta indifferenziata con l'obiettivo, nel 2023, di portare la provincia di Messina al 65%. Entrerà in vigore il 16 gennaio 2023 il nuovo calendario della Messina Servizi che consentirà, da nord a sud, di buttare settimanalmente le due frazioni di spazzatura per quanto riguarda le utenze domestiche. Il lunedì si potranno conferire vetro e umido nella zona nord e nella zona sud, mentre il martedì sarà il giorno fisso del cartone. Al centro si esporranno il venerdì il cartone, mentre il sabato l'umido e il vero. 

"L'obiettivo è quello di ridurre il conferimento dell'indifferenziato che per pigrizia viene usato come elemento residuale - ha spiegato il sindaco Federico Basile - Ci auguriamo che il sistema di raccolta possa diventare più efficente. Siamo nella fase in cui rispetto al non avere idea di come si differenzia ci stiamo evolvendo nella società Messina Servizi con un nuovo miglioramento del servizio". 

Il dato medio di raccolta differenziata per il 2022 si attesta sul 55%. "Per fare un salto di qualità, comunque, sarà necessario evitare che i cittadini conferiscano con l'indifferenziato anche carta, plastica e vetro - ha detto la presidente di Messina Servizi, Mariagrazia Interdonato - Quindi adesso siamo andati incontro all'esigenza delle utenze domestiche per eliminare il cartone che è un ingombrante che creava problemi nel calendario che ne prevedeva il conferimento ogni due settimane". 

Fermo restando la buona volonta dei cittadini che, comunque, collaborano rispettando per linee generali le regole di raccolta, il prossimo step sarà comunque quello di incontrare le associazioni dei commercianti per un miglioramento del conferimento dell'indifferenziato anche da parte degli esercenti. "Il dovere è cercare di di differenziare il più possibile - ha concluso Federico Basile - Poi l'intento per le attività commerciali sarà provare a ridurre il numero di carrellati esposti". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo calendario della differenziata, come cambia il conferimento da nord a sud

MessinaToday è in caricamento