Scuole, firmata l'ordinanza di chiusura fino al 10 novembre

Nuovo stop alle lezioni “al fine di consentire all’Asp di Messina di svolgere in sicurezza i controlli sui contatti stretti di caso ed emettere i relativi provvedimenti anche ai fini del tracciamento dei contatti”

Annunciata venerdì e firmata oggi la delibera che ordina la chiusura di tutti gli istituti scolastici di ogni ordine e grado, pubblici, privati e paritari, compresi asili nido.

La delibera firmata dal sindaco, dopo che stamani i dirigenti scolastici chiedevano lumi per organizzare le lezioni.

La chiusura “al fine di consentire all’Asp di Messina – si legge nella delibera – di svolgere in sicurezza i controlli sui contatti stretti di caso ed emettere i relativi provvedimenti anche ai fini del tracciamento dei contatti”.

La disposizione ha efficacia dal 9 novembre 2020 fino al 10 novembre, giorno in cui si aspettano chiarimenti al tavolo tecnico in prefettura con l'Asp.

Sulla scelta di chiudere le scuole è alta la tensione in città di chi ritiene sia ingiusto far pagare agli studenti il prezzo di carenze legate al sistema sanitario, in particolare si contesta anche la nota dell’Asp che ha spinto il sindaco a disporre la chiusura ma che non riporta casi specifici.

“Con il prefetto - si legge in un post del sindaco - abbiamo già concordato, per le vie brevi, di tenere il tavolo tecnico per lunedì pomeriggio o martedì mattina. Questo tavolo tecnico si è reso necessario per avere dall’Asp la puntuale individuazione e comunicazione dei focolai riscontrati in alcuni plessi scolastici non potendo accettare generiche ma gravi affermazioni finalizzate a scarica sul sindaco la esclusiva responsabilità di decidere la chiusura o apertura delle scuole. Di fronte alla tutela della salute, io nel dubbio preferisco tenere chiuse le scuole per come ho fatto su espressa richiesta dell’Asp del 30 ottobre scorso. La nota dell’asp del 6 novembre - continua De Luca - ha gettato altre ombre sulla situazione epidemiologica nelle scuole e quindi ho prorogato la chiusura ma nel frattempo ho richiesto un confronto con il prefetto per poter avere tutti gli elementi necessari per assumere le decisioni conclusive. Stiamo vivendo una fase molto critica e la sanità siciliana, ed in particolare modo quella messinese - conclude -  non si sta dimostrando all’altezza del compito per i gravi errori politici gestionali che si sono perpetrati anche in questi ultimi mesi. Non è il momento delle polemiche e du babbiu!”.

Clicca qui per leggere l'ordinanza sindacale

articolo modificato alle 15.45 dell'8 novembre 2020 // aggiunta dichiarazione del sindaco

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I Pooh e il concerto non previsto in cartellone, Torre Faro "svegliata" a notte fonda per l'evento musicale dell'anno

  • L'indagine sulla Banca di Credito Peloritana, raffica di perquisizioni nelle aziende

  • Dall'aggressione fisica all'auto bruciata: la storia di Alessandro Gonciaruk, vittima di intimidazione a Zafferia

  • "Scambio" di morti in obitorio, famiglia seppellisce la salma sbagliata

  • Stop al coprifuoco per i negozi e riapertura delle scuole, passa in consiglio la mozione contro l'ordinanza di De Luca

  • Su Viviana e Gioele indagini per altri due mesi, Daniele Mondello: "Orribile non poter ancora dar loro sepoltura"

Torna su
MessinaToday è in caricamento