Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Nuovi bus, lotta agli evasori e rilancio dei parcheggi, i buoni propositi di Atm Spa

Il presidente Giuseppe Campagna ha presentato la nuova azienda in servizio da oggi. "Vogliamo far innamorare i messinesi del trasporto pubblico". In arrivo altri dieci mezzi, 17 milioni per le aree di interscambio

Il primo giugno resterà una data storica per il trasporto pubblico locale messinese, da tempo anello debole dei servizi cittadini. L'Atm Spa ha finalmente iniziato il servizio dopo il lungo periodo di liquidazione durato un anno e mezzo. L'importante passaggio sarebbe dovuto avvenire già il 1 aprile, ma l'emergenza coronavirus ha fatto slittare i tempi.

Atm Spa accende i motori, nuove tariffe e servizi: ecco cosa cambia per i viaggiatori
 

Il nuovo corso dell'azienda inizia con l'obiettivo di far innamorare la città del trasporto pubblico. Lo ha sottolineato il presidente Giuseppe Campagna nel corso della conferenza stampa di questa mattina nella sede di via La Farina. Accanto a lui il vicesindaco e assessore ai Trasporti Salvatore Mondello, ma in sala erano presenti anche il direttore generale Natale Trischitta, il direttore della tranvia Vincenzo Poidomani e i liquidatori che hanno di fatto traghettato l'azienda sancendo lo storico passaggio.

"Eravamo l'ultima azienda speciale nel settore trasporti rimasta in Italia - ha detto Campagna - adesso puntiamo ad nuovo percorso. Vogliamo bus e tram pieni e un servizio migliore. Ma tutto ciò va fatto mantenendo in ordine i conti, evitando gli errori del passato. Puntiamo a un'azienda giovane e tecnologica, in futuro vedremo di aumentare l'organico, ma al momento serve prima di tutto far entrare tutti nel giusto meccanismo".

Sul piano sindacale, il presidente Campagna ha parlato di confronti sereni e costruttivi nelle ultime settimane. Il futuro dei 461 dipendenti passati adesso alla nuova Spa ha tenuto banco per mesi e l'attenzione dei rappresentanti dei lavoratori rimarrà comunque alta.

In arrivo dieci nuovi bus

Al momento l'Atm conta 70 bus con un'eta media tra le più basse in Italia. Ma presto si aggiungeranno dieci nuovi mezzi. Atm ha infatti avviato una gara per infoltire la flotta e nel 2021 potrebbero già circolare i nuovi mezzi. Nel dettaglio si tratta di due bus da dieci metri, quattro da dodici e altri quattro da 18 metri che potranno percorrere anche la tangenziale.

Gli sforzi saranno poi concentrati per migliorare i servizi all'utenza. Atm ha stipulato un accordo con la piattaforma digitale Moovit per garantire informazioni in tempo reale sulla posizione e il percorso dei bus, ma interventi saranno previsti anche in prossimità delle fermate. Al momento, infattti, manca ogni tipo di indicazione su orari e linee.

La nuova rete di parcheggi

Il sistema trasporti verrà costruito in accordo con i programmi del nuovo Piano generale del traffico insieme a quello per la mobiità sostenibile. Lo ha ribadito il vicesindaco Salvatore Mondello che è poi tornato sulla questione parcheggi. "Mettiamo in campo nuove risorse - ha detto - oltre a quelle già stanziate per la riqualificazione del tram, contiamo su 17 milioni di euro per la realizzazione di parcheggi di interscambio. Abbiamo vinto un bando regionale, adesso stiamo lavorando ai progetti esecutivi e contiamo di avere i bandi già da settembre. Entro i primi mesi del 2021 i primi parcheggi potrebbero già essere realizzati".

Mondello ha poi sottolineato il lungo iter che ha portato alla nascita della Spa. "Era l'unica scelta possibile che ci ha obbligato ad un percorso articolato condito da polemiche spesso inutili. Abbiamo subito attacchi, ma era come puntare la pistola ad un chirurgo che opera un lamato terminale. Devo dire grazie ai lavoratori che hanno continuato a far funzionare la macchina e continueranno a farlo da oggi. La città si aspetta tanto e non dobbiamo deludere le attese".

La lotta agli evasori

A Messina negli ultmi anni il tasso di evasione a bordo dei mezzi era vicino al 40%. Un dato preoccupante che sottolinea la tendenza di molti cittadini a non voler pagare il trasporto pubblico. La salute di Atm dipenderà anche dalla lotta ai "portoghesi". "Iniziamo dall'assistenza a bordo - ha detto Campagna - in questo periodo di startup avremo un operatore sui bus e due sui tram. Daranno informazioni ai passeggeri e verificheranno il possesso dei biglietti. Ci sarà una tolleranza nei primi giorni, ma a regime bisognerà invertire la rotta".

Al momento il servizio di bus e tram funziona a ranghi ridotti a causa dell'emergenza coronavirus. Ma presto gli orari saranno adeguati alle esigenze di mobilità dei messinesi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovi bus, lotta agli evasori e rilancio dei parcheggi, i buoni propositi di Atm Spa

MessinaToday è in caricamento