Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Gazzi / Viale Gazzi

Trasformazione del Policlinico in Irccs, il ministro dell'Università contrario

Cgil, Uil e Fgu Gilda rendono nota una risposta di Maria Cristina Messa sui programmi che coinvolgono i nosocomi universitari in Italia sollecitando un intervento sull'azienda messinese. Una nota trasmessa anche alla Corte dei Conti e all'Autorità anticorruzione

Arriva la risposta del ministro dell'Università ai progetti di trasformazione dei Policlinici universitari in Irccs. E il responso - secondo quanto riferito da Cgil, Uil, Fgu Gilda va contro il piano in corso a Messina. Le organizzazioni di categoria hanno anche scritto alla Corte dei Conti e all'Autorità nazionale anticorruzione. Si è appreso da un comunicato della Segreteria Nazionale della Cisl Federazione Università del 3 Maggio 2021 che la ministra Maria Cristina Messa al termine di un incontro tenuto il 30 aprile: “Ha condiviso, altresì, la necessità di trovare soluzioni per quelle tematiche che ormai aspettano una soluzione da troppo tempo, come ad esempio quella dei Policlinici Universitari che in modo improprio stanno perdendo la propria specificità a causa di azioni che impropriamente tendono a convertire gli stessi Policlinici in Aziende Sanitarie o in taluni casi in IRCSS e della problematica ha già interessato il Ministro della Salute per evitare che tali situazioni si verifichino. A tal riguardo darà immediato impulso ai lavori dei tavoli attivati con le parti sociali in sede ministeriale”.

Trasformazione del Policlinico in Irccs, il dossier

Così Cgil, Uil e Fgu Gilda hanno richiesto l'intervento del ministro dell'Università sul progetto del Policlinico messinese, istanza trasmessa anche ai ministri della Salute e dell'Economia. Nella nota i sindacati hanno evidenziato una serie di interrogativi: "Probabile messa in discussione dello stato giuridico universitario pubblico del personale appartenente al comparto/dirigente attualmente impiegato nel policlinico universitario se fosse costituita la fondazione; Declassamento funzionale e istituzionale del Policlinico universitario di Messina che da struttura multidisciplinare comprendente la didattica, la ricerca e l’assistenza si trasformerebbe, con la costituzione in IRCCS, in un istituto mono disciplinare e privo della funzione della didattica; Possibile mortificazione di tutte quelle attività di ricerca e di assistenza non ricomprese nelle due linee di ricerca individuate: “Studio e Trattamento della patologia vascolare acuta” e “Percorsi innovativi nella gestione multidisciplinare delle malattie infiammatorie croniche e immunomediate”, linee di ricerca che peraltro non sembrerebbero tra loro complementari e integrate come invece d’obbligo in base al comma 1 dell’art. 13 del Decreto Legislativo n. 288 del 16 ottobre 2003; Mancata preventiva informazione e confronto con le parti sociali, oltre al grave mancato coinvolgimento degli organi dell’università, Consiglio di Amministrazione e Senato Accademico, e ciò, oltre a far sorgere dubbi di carattere formale circa la legittimità degli atti intrapresi, getta anche un’ombra sulle reali motivazioni alla base di questa operazione di trasformazione in IRCCS del Policlinico di Messina;  Mancanza per il Policlinico di Messina del formale provvedimento di accreditamento, come previsto al punto b) dell’art. 13 del D.Lgs. 288/2003, risultando solamente inserito nell’elenco delle strutture formalmente ammissibili all’accreditamento istituzionale. Tutto ciò emerge nella stessa nota dell’Assessorato regionale per la salute, prot. n. 9229, del 17 febbraio 2021, allegata alla Deliberazione n. 115 del 4 Marzo 2021 della Giunta della Regione Sicilia; Mancato rinnovo del Collegio Sindacale da Novembre 2019; Presenza secondo quanto comunicato dal Commissario Straordinario in una riunione tenutasi il 21 Dicembre 2020 di un disavanzo di 65 milioni di euro, le cui ragioni non sono ben definite e che allo stato attuale potrebbe essere anche più ampio; Possibile aumento della spesa con il transito del personale universitario a carico dell’Ateneo al Comparto Sanità-Bilancio Regione". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasformazione del Policlinico in Irccs, il ministro dell'Università contrario

MessinaToday è in caricamento