Polemiche sulla scuola Cesareo, la dirigente: “Illazioni pretestuose”. Ma La Fauci rincara...

Sulle condizioni di accesso al plesso Maria Concetta D'Amico ha inviato una richiesta di rettifica all'articolo sulle accuse del consigliere comunale. Che ribatte

L'ingresso, ieri, degli studenti della Cesareo

Ha creato molte polemiche la nota del consigliere comunale di Ora Messina Giandomenico La Fauci sulle condizioni di pulizia e di spazi all'ingresso della scuola Cesareo. Precisiamo da subito che l'esponente politico ha fornito anche alla nostra redazione materiale fotografico e video sull'accesso 24 ore fa degli studenti, materiale fornito al consigliere dai genitori nel primo giorno di scuola. 

Scuola Cesareo, alunni ammassati: la denuncia del consigliere La Fauci

La replica 

La dirigente scolastica Maria Concetta D'Amico ha inviato al direttore di Messina Today una richiesta di rettifica alle accuse sollevate da La Fauci e riprese anche dalla nostra testata online:

"E' del tutto inusuale, e deontologicamente discutibile, che un giornalista pubblichi una notizia senza prima avere effettuato le necessarie verifiche sulla veridicità della stessa, consultando più fonti. La scrivente, che è stata a scuola tutto il giorno, non è stata consultata, né intervistata per gli eventuali chiarimenti del caso. E nondimeno , senza indugio, la testata, dando seguito alle illazioni pretestuose del consigliere comunale, non si è fatta scrupolo di dare della scuola un'immagine falsa e fuorviante. Non risponde al vero che alla Cesareo non ci fossero gli spazi per evitare l'assembramento. La scuola, di concerto con il RSPP ha individuato ben tre ingressi, comunicati all'utenza ed ai docenti mediante apposita circolare n. 9 pubblicata, in data del 19 settembre 2020 con prot. N.0004432 , differenziati, nell'orario e nell'ubicazione. Non risponde al vero che gli spazi esterni non fossero agibili. La scuola, inoltre, ha effettuato in data 10/06/2020 prot. N. 0003032 , la richiesta di intervento di scerbatura degli spazi verdi del plesso Cesareo al Dipartimento Edilizia Scolastica del Comune di Messina, indirizzata, per conoscenza, anche alla V Circoscrizione. Sono stati apposti, visibili all'utenza, appositi cartelli indicanti gli ingressi per le varie classi, la cui differenziazione risponde, per l'appunto, all'esigenza di evitare che gli alunni possano creare assembramenti. Se i genitori si fossero attenuti alle disposizioni fornite con la circolare, si sarebbero evitati spiacevoli inconvenienti. Ma alcuni di loro, evidentemente non gradendo le nuove regole, che sono state adottate nel rispetto delle Linee guida del CTS per la ripresa delle attività scolastiche inviato dal Ministero dell'Istruzione a tutte le scuole del territorio nazionale, ed alla cui lettura invito il redattore dell'articolo per schiarirsi le idee, hanno preferito montare ad arte un'inutile polemica. La misurazione della temperatura all'ingresso non crea nessuna confusione e non risponde al vero che è presente all'esterno "una distesa di fango. E comunque, per i mesi invernali, nelle more della pavimentazione dei percorsi esterni, è allo studio la possibilità di montare passarelle in legno rialzate, che possano consentire agli allievi ed al personale un più agevole percorso.

L'Istituto Comprensivo Villa Lina-Ritiro - si legge nella richiesta di rettifica - del quale, in veste di Dirigente Scolastico, sono il Rappresentante Legale, ha adottato, per le proprie competenze, tutte le azioni di prevenzione del rischio da contagio Covid-19 previste dal CTS, con Circolare n. 10 del 19 settembre 2020, prot. N.0004433 ; né può essere responsabile della viabilità della strada di accesso al Plesso. Si invita, pertanto , codesta spettabile testata a non destare inutile allarmismo e a verificare, per il prossimo futuro, le informazioni ricevute, prima di fornire della scuola un'immagine lesiva della sua immagine ed a fornire un'immediata rettifica di quanto riportato nell'articolo apparso ieri. Non si esiterà, altrimenti, a rivolgersi alle Autorità competenti per tutelare il buon nome della scuola e del personale che ci lavora; la libertà di stampa non può essere disgiunta, infatti, dall'obbligo della verità, che dovrebbe essere la prima mission del giornalista, e non già la diffamazione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Fauci ribatte

Precisiamo a scanso di equivoci alla dirigente scolastica D'Amico che Messina Today si è avvalsa della nota e del materiale fotografico e video del consigliere comunale Giandomenico La Fauci a conferma delle accuse riportate nel documento sottoscritto dall'esponente politico e dunque non abbiamo dato seguito a illazioni pretestuose ma a precise richieste d'intervento dei genitori attraverso il consigliere confermate dagli allegati al documento cartaceo Contattato nuovamente oggi il consigliere La Fauci ha confermato quanto riportato nel documento e nelle foto e video trasmessi nuovamente alla nostra redazione rilasciando queste dichiarazioni: "Ho ricevuto decine di chiamate, messaggi, foto e video, ho scritto un comunicato stampa su quello che hanno denunciato i genitori, resto preoccupato per tutto quello che ho segnalato e anche per l'igiene e la sicurezza durante l'ingresso e le uscite dei ragazzi, le mamme hanno questa paura, gli studenti sono costretti ad aspettare sulla strada e sono a rischio, quando pioverà con quei rifiuti a terra cosa succederà?". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari con i manganelli per dare la “caccia” al coronavirus, paura e tensione fra i bimbi della scuola Pietro Donato

  • Tipoldo, uomo ferito da arma da fuoco trovato accanto ad un'auto in fiamme

  • Caronia, dai rilievi niente tracce di sangue: ma nuovi indizi potrebbero dare la svolta alle indagini

  • Muore nel sonno la giovane avvocata Francesca Bonanno, oggi i funerali

  • “Quando muore un avvocato, muoiono i diritti”, legali in piazza per ricordare la collega turca Ebru Timtik

  • Smart working, De Luca in tv al ministro Dadone: “Non ha idea di quello che sta succedendo nei comuni”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento