rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Cronaca

Contagi in aumento nelle scuole e novità per i tamponi di fine quarantena: spunta la possibilità di eseguire quelli rapidi

Mentre in Calabria vince il fronte del comitato "Scuola in presenza" che va verso l'alleggerimento delle misure in caso di positività in classe, Messina stringe su alcuni aspetti della circolare ministeriale di novembre

Circolari ministeriali che si susseguono fra loro, normative applicate in deroga e un considerevole incremento dei contagi fra le aulee scolastiche. Mentre in Calabria la circolare regionale dell'assessorato alla Salute apre alle richieste del comitato "Scuola in presenza" per quanto riguarda la possibilità di frequentare le lezioni in aula anche in attesa dell'esito del secondo tampone, cioè quello da fare cinque giorni dopo la comunicazione del dirigente scolastico di casi di positività fra gli studenti, Messina continua ad adottare la linea dura. 

L'attesa del secondo tampone, infatti, viene eseguita sottoponendo la classe alla didattica a distanza. Una deroga a quanto stabilito dalla nota del ministero della Salute del 3 novembre, secondo cui le classi devono essere messe in quarantena, per almeno una settimana, in caso di tre positività nella stessa aula. L'incremento dei casi, però, ha spinto la città dello Stretto a fra scattare la quarantena per la classe in caso di soli due casi di positività. 

L'apertura, invece, riguarda la tipologia di tamponi a cui gli studenti vengono sottoposti cinque giorni dopo. In questo caso le Usca possono anche scegliere di eseguire quello rapido al posto del molecolare. Una decisione i cui criteri non sono stati resi noti ma che se adottata a livello generale, quindi per tutti gli studenti, potrebbe restringere ulteriormente i giorni in didattica a distanza, nonché alleggerire il carico per i pediatri, obbligati a rilsciare la liberatoria per consentire il rientro in classe degli alunni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi in aumento nelle scuole e novità per i tamponi di fine quarantena: spunta la possibilità di eseguire quelli rapidi

MessinaToday è in caricamento