rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Milazzo

Oltre cento chili di pesce conservato male finisce sotto sequestro: era destinato al mercato messinese

La Polstrada di Barcellona Pozzo di Gotto blocca la commercializzazione di calamari, pesce spada, vongole e gamberi surgelati. Il furgone fermato al casello autostradale di Milazzo. Due le denunce

Sequestro di alimenti surgelati, in particolare pesce, tra cui calamari, pesce spada, vongole e gamberi, per un peso complessivo di circa 100 chilogrammi, già in fase di scongelamento ed in fase di distribuzione a locali dell’hinterland messinese; oltre 3.000,00 euro di sanzioni amministrative e due persone denunciate, sono il bilancio dell’attività dei poliziotti del distaccamento Polstrada di Barcellona Pozzo di Gotto.

In particolare, presso i caselli autostradali di Milazzo, gli agenti hanno proceduto al controllo di un mezzo specifico isotermico, con il vano di carico coibentato, destinato al trasporto di sostanze surgelate. Durante il controllo emergeva che gli alimenti, che avrebbero dovuto essere trasportati ad una temperatura di -18°, viaggiavano ad una temperatura molto più elevata.

Considerata la delicatezza del settore, gli operatori hanno fatto intervenire personale medico (responsabile per la sicurezza alimentare) dell’Asp che accertava la non idoneità al consumo umano della merce controllata. Essendo, pertanto, stata interrotta la catena del freddo, con la conseguente alterazione delle sostanze trasportate, gli alimenti venivano sottoposti a sequestro.

Il trasporto delle sostanze alimentari richiede sempre l’applicazione di regole chiare ed i controlli sono volti a salvaguardare la salute e la sicurezza dei consumatori. E’ sempre necessario verificare che la sicurezza sia mantenuta lungo tutta la catena alimentare, nelle varie fasi della produzione, della trasformazione e della distribuzione, nel pieno rispetto della normativa ATP (Accord Transport Perissable) che è una normativa internazionale che regola le condizioni di trasporto degli alimenti, condizioni sia per gli utilizzatori dei mezzi sia per le tipologie di prodotti alimentari sia per le temperature di trasporto.

L’attività odierna rientra tra quelle finalizzate a tenere sotto controllo la filiera del trasporto alimentare al fine di preservare la salute dei consumatori e, nell’approssimarsi delle festività pasquali i controlli saranno ancora più costanti ed incisivi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre cento chili di pesce conservato male finisce sotto sequestro: era destinato al mercato messinese

MessinaToday è in caricamento