rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Cronaca

Il calcio nei programmi elettorali, De Domenico e Basile rispondono all’appello dell’Acr Messina

Dopo l’invito del presidente Sciotto, due dei candidati a sindaco hanno espresso la loro posizione sul futuro degli impianti e sul sostegno alla società giallorossa. 

Nei giorni scorsi l’invito del presidente del Messina, Pietro Sciotto, ai candidati a sindaco. “Cosa prevedono i programmi per il calcio e l’Acr?”, aveva chiesto il patron della società giallorossa. E c’è già chi ha risposto. 

Il candidato a sindaco della coalizione di centrosinistra, Franco De Domenico, ad esempio, ha evidenziato in diverse occasioni come lo “sport professionistico deve fungere da traino per tutto il movimento”.

“Una squadra che programma un campionato di vertice – ha detto, quindi, con riferimento all’Acr - comunque produce ricchezza e sviluppa un indotto significativo che può giustificare un impegno del Comune a favore della squadra stessa. Partendo da questo presupposto, auspico che l’Acr Messina possa programmare una stagione che regali ai tifosi le soddisfazioni che meritano”.

Per ciò che riguarda gli stadi, il ‘Celeste’ e il ‘Franco Scoglio’, De Domenico ha ricordato come nella coalizione di centrosinistra il M5S sia stato molto attivo. “Ho partecipato a diverse iniziative pubbliche su questo tema e sono emersi alcuni dati su cui occorrerà intervenire. Tra questi, per quanto riguarda l’attività dell’Acr, è emblematica la vicenda del bando che avrebbe dovuto portare all’affidamento dell’impianto di San Filippo: come i fatti hanno dimostrato, il bando, appunto, era scarsamente appetibile, ed è arrivata una sola offerta, peraltro non andata a buon fine. Servono altre soluzioni e, in questo senso, l’amministrazione comunale può operare per intercettare fondi utili a garantire tanto la copertura del ‘Franco Scoglio’ – ha concluso Franco De Domenico - che a quel punto assumerebbe un valore diverso, quanto la piena fruibilità del ‘Celeste’, divenuta oggi sempre più necessaria, anche alla luce dei fondi disponibili. Il ‘Celeste’ deve tornare a essere un punto di riferimento per gli amanti del calcio”.

Federico Basile, invece, si è soffermato sul progetto del polo sportivo di San Filippo che comprende lo stadio e il palasport, affermando che questi debbano essere “al centro di un unico piano di ristrutturazione e valorizzazione degli impianti e delle aree circostanti. Una vasta porzione di territorio su cui insistono i maggiori impianti cittadini diventerà oggetto degli interventi su cui saranno chiamati a proporre soluzioni e ad investire risorse imprenditori qualificati. Non solo gli interventi di messa a norma – peraltro già in corso con risorse comunali - delle due strutture sportive e la copertura dello stadio, ma anche le aree di parcheggio, la realizzazione di piccoli impianti per lo sport di base e di strutture con finalità commerciali e turistiche. Elemento chiave di tale progetto saranno i benefici che la maggiore squadra di calcio cittadina dovrà avere collegando in maniera esplicita gli investimenti immobiliari a quelli sul sostegno finanziario alla società”.

Sullo stadio Celeste, Basile lo vede con un campo da gioco in erba sintetica. “Questo intervento è l’unico che possa realmente garantire un uso intensivo di tale impianto, consentendo anche alle numerose società calcistiche cittadine di trovare una soluzione alle loro esigenze”, ha detto mentre sul futuro della società auspica che ci siano “sponsor ed imprenditori interessati a sostenere – da subito – la società per favorire un rilancio del calcio professionistico nella nostra città. Lo faremo con discrezione, senza cadere nella tentazione delle iniziative con finalità elettorali”.

Già lo scorso 1 maggio, Futuro trasparenza Libertà e il candidato sindaco Salvatore Totaro hanno illustrato il loro pensiero: “Per quanto riguarda la gestione degli Stadi deve essere in capo all'amministrazione comunale che deve sostenere i costi di gestione. La nostra amministrazione supporterà ogni iniziativa utile affinché la squadra torni in serie A”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il calcio nei programmi elettorali, De Domenico e Basile rispondono all’appello dell’Acr Messina

MessinaToday è in caricamento