rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Cronaca

Aumenti Tari, giovedì l'ultima (forse) seduta del Consiglio comunale

A meno di un mese dalle elezioni i trentadue esponenti politici devono definire il nuovo piano tariffario sulla gestione dei rifiuti. Ancora non inseriti gli emendamenti sulle agevolazioni alle famiglie meno abbienti

Sugli aumenti della Tari, la tassa sui rifiuti, non è stata ancora detta l'ultima parola. Giovedì prossimo la nuova seduta del Consiglio comunale a meno di un mese dalle elezioni comunali che rinnoveranno in alcuni casi o confermeranno in altri i trentadue esponenti politici ancora in carica per l'esame di delibere urgenti e indifferibili. Il provvedimento esitato in commissione nei giorni scorsi approderà in aula senza gli emendamenti prospettati come le agevolazioni alle famiglie mano abbienti. Possibile l'inserimento dei correttivi proprio nel corso dell'incontro di govedì.

Il nuovo piano tariffario prevede un aumento da 48 a 54 milioni di euro l'anno dei costi per il Comune, impennata dettata dal trasporto in discarica che prevede una spesa notevole a carico degli enti pubblici e dunque dei cittadini. La carenza di impianti in tutta l'isola impoverisce le tasche dei contribuenti. Tra i dubbi che attendono di essere chiariti in aula la copertura economica per i 140 operatori a tempo determinato assunti dall'ex amministrazione De Luca e le cifre di tutti i servizi che i consiglieri in uscita vogliono analizzare per bene e senza fretta. Gli aumenti previsti, nonostante la raccolta differenziata porta a porta abbia superato il 50%, oscillano intorno al 7% per utenza grazie anche a un recupero importante dell'evasione. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenti Tari, giovedì l'ultima (forse) seduta del Consiglio comunale

MessinaToday è in caricamento