menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il carcere di Barcellona

Il carcere di Barcellona

Tentato omicidio del figlio, l'ex sottufficiale si difende: “Mi aveva provocato, è stata legittima difesa”

Il giudice convalida l'arresto dopo l'interrogatorio di garanzia. L'uomo rinchiuso al carcere di Barcellona dopo l'aggressione a Milazzo nella notte fra domenica e lunedì

“Mi aveva provocato, ha cominciato lui ad aggredirmi e io non ci ho visto più”. Invoca la legittima difesa Cristinel Costel Nitoiu, 51 anni, ex sottufficiale in congedo dell'esercito romeno ufficiale che nella notte fra domenica e lunedì ha brutalmente tentato di uccidere il figlio trentenne ora ricoverato all’ospedale di Milazzo.

L’uomo è stato sentito dal gip Giovanni De Marco che dopo l’interrogatorio di garanzia ha convalidato l’arresto: resta la custodia cautelare in carcere mentre nei prossimi giorni l’avvocato Gaetano Pino proporrà istanza al Tribunale di Riesame per contestare l’esigenza cautelare e la gravità indiziaria.

Per gli inquirenti resta la sproporzione tra l’eventuale offesa subita e la reazione dell’uomo che, in stato di evidente alterazione dovuta all’alcol, ha prima preso a pugni il ragazzo e poi lo ha accoltellato in parti vitali del corpo con un’arma artigianale con due lame.

Quasi un mese la prognosi per il ragazzo che è riuscito a mettersi in salvo grazie all’aiuto della mamma.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano, come scegliere quello giusto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento