Cronaca

Vilipendio, autorizzazione a procedere nei confronti di De Luca

L'ok alla Procura dal ministro alla Giustizia Alfonso Bonafede. Il sindaco è iscritto nel registro degli indagati dopo la denuncia del numero uno del Viminale Luciana Lamorgese

La Procura di Messina potrà procedere nei confronti del sindaco Cateno De Luca accusato di vilipendio dal ministro degli Interni Luciana Lamorgese. Ad autorizzare gli inquirenti il Guardasigilli Alfonso Bonafede così come previsto dalla legge. Il reato previsto dall'articolo 290 codice penale punisce, con la multa da 1.000 a 5.000 euro, chiunque pubblicamente vilipende la Repubblica, le Assemblee legislative o una di queste, ovvero il Governo o la Corte costituzionale o l'ordine giudiziario.

VIDEO | Dal "decreto porcheria" alla "repubblica delle banane": gli eccessi di De Luca che hanno portato al vilipendio

La denuncia è scattata in seguito agli attacchi del primo cittadino all'operato del governo circa il controllo dell'attraversamento dello Stretto durante il coronavirus. 

A processo per vilipendio, De Luca: “Grazie signor ministro”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vilipendio, autorizzazione a procedere nei confronti di De Luca

MessinaToday è in caricamento