Economia

La Papino richiede la Cassa integrazione, la Filcams Cgil: "Ritiri tutti i licenziamenti e firmiamo"

L'azienda siciliana di elettrodomestici ha trasmesso al ministero del Lavoro la domanda, il sindacato risponde che dovranno tornare in organico i dipendenti mandati a casa altrimenti sarà no al tavolo delle trattative, i numeri

Giselda Campolo e Francesco Lucchesi della Filcams Cgil Messina

Adesso l'azienda richiede la Cassa integrazione straordinaria per cessazione di attività. Ma non per tutti i dipendenti siciliani, compresi i messinesi, ma solo per una parte.

La Papino Elettrodomestici Spa che ha sede a Belpasso ha scritto alle organizzazioni sindacali, al ministero del Lavoro e alla direzione regionale del Lavoro per dare avvio alle procedure. Il 20 settembre scorso al tribunale di Catania era stato presentato ricorso per l'ammissione al concordato preventivo, i giudici hanno nominato il commissario giudiziale. La Papino, nella richiesta di Cassa integrazione e nella domanda di concordato, ha sottolineato che la crisi economica dell'azienda ha condizionato pesantemente l'andamento finanziario della società. La Papino chiede la Cassa integrazione per 12 mesi con la sospensione delle ore di lavoro per 229 lavoratori attualmente in organico, tutti gli altri tra Sicilia e il Punto vendita in Campania sono stati licenziati. La sospensione non toccherà gli undici impiegati negli uffici. Nel Messinese sono ancora dipendenti della Papino e dunque interessati dalla possibile assegnazione della Cassa integrazione 1 a Milazzo, 4 a Tremestieri nel capoluogo, 3 a Giardini Naxos.

Francesco Lucchesi e Giselda Campolo della Filcams Cgil Messina che stanno seguendo da mesi la vertenza dichiarano: "Possiamo anche ragionare sulla concessione della Cassa integrazione straordinaria ma solo e soltanto a fronte del ritiro dei licenziamenti, i licenziati hanno già avviato i ricorsi perché le procedure seguite sono illegittime e chiedono la nullità, noi non firmeremo la richiesta senza revoca dei licenziamenti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Papino richiede la Cassa integrazione, la Filcams Cgil: "Ritiri tutti i licenziamenti e firmiamo"

MessinaToday è in caricamento