rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Politica

Centrodestra ed elezioni, Gasparri apre a tutti gli alleati: lista unica della nuova Dc di Cuffaro con Noi con l'Italia

Il senatore di Forza Italia lancia l'appello ai tre partiti maggiori per condividere le scelte con i gruppi della coalizione. Intanto il candidato sindaco Maurizio Croce ringrazia gli esponenti di Prima l'Italia per il sostegno

Mentre il centrodestra (tranne a questo punto il solo Nino Germanà della Lega andato a sostenere Federico Basile di Sicilia Vera) si avvia a iniziare la campagna elettorale nella coalizione giungono da Roma le dichiarazioni ad Adnkronos del senatore di Forza Italia Maurizio Gasparri. L'ex ministro apre le porte degli accordi a tutti gli altri alleati che non rientrano nel perimetro a tre di Forza Italia, Lega e Fratelli d'Italia. "Allo stato c'è una situazione di stallo. Non c'è nessuna novità risolutiva o di coesione. Gli unici che possono riesaminare la questione siano i leader Berlusconi, Meloni e Salvini" - ha affermato Gasparri in merito alle fibrillazioni interne al centrodestra siciliano in vista delle elezioni regionali del prossimo autunno attorno alla scelta del candidato presidente e sulle prossime amministrative di giugno che interesseranno Palermo e Messina.

"Va detto poi - aggiunge Gasparri- che in Sicilia i soggetti non sono solo i tre partiti nazionali ma c'è Diventerà Bellissima, c'è l'Udc che in Sicilia ha una particolare forza, ci sono Raffaele Lombardo, Totò Cuffaro e "galassie" varie. Le "teste" da sincronizzare sono otto-nove".

A proposito di Cuffaro e dei postDc alle comunali di Messina la nuova Democrazia Cristiana che vede tra i suoi iscritti l'ex presidente del Consiglio comunale Pippo Previti lavora a una lista unica con Noi con l'Italia per  far gruppo di candidati con gli ex Udc. Possibile - ma sono soltanto voci ancora prive di conferma - l'inserimento di esponenti vicini all'ex governatore Raffaele Lombardo 

La Lega sostiene Croce

Sulla decisione della Lega di sostenere la candidatura Croce abbandonando per la propria strada il parlamentare Germanà il candidato sindaco dichiara: "Accolgo con soddisfazione la nota diramata oggi dagli esponenti di Prima l'Italia in cui esplicitano, con determinazione, il sostegno alla mia candidatura a sindaco di Messina e al nostro progetto che mira a costruire un percorso storico di rilancio. Un messaggio in cui emergono evidenti fondamenta politiche che fanno leva su tre principi che rappresentano la bussola del mio agire quotidiano: serietà, senso di responsabilità e coerenza. Aggiungo un passaggio fondamentale: la presa di posizione degli esponenti di Prima l'Italia non ha destato in me alcun “effetto sorpresa”, perché i firmatari della nota, che conosco personalmente, sono, tutti, esponenti caratterizzati da spessore umano e politico, ma soprattutto da una precisa linearità di azione e di condotta. Per quanto detto, benché fino a stamani non fosse ancora stata formalizzata una presa di posizione ufficiale da parte della leadership locale di Prima l'Italia, io, in tal senso - continua Croce - non ho mai nutrito il minimo dubbio che questo momento sarebbe arrivato presto. Non a caso, ho sempre fatto riferimento ad un centrodestra unito come premessa imprescindibile. Lo dico e lo rivendico con orgoglio e con assoluta stima nei confronti degli esponenti di Prima l'Italia. Voglio ringraziare con forza Antonio Catalfamo, Nino Beninati, Dino Bramanti, Carmelo Torre Barbera, Giovanni Bucolo, Giovanni Celi, Roberto Cerreti, Ciccio Curcio, Tonino Caliò e Peppuccio Santalco: insieme trasformeremo radicalmente il nostro territorio e proietteremo la nostro comunità verso il futuro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centrodestra ed elezioni, Gasparri apre a tutti gli alleati: lista unica della nuova Dc di Cuffaro con Noi con l'Italia

MessinaToday è in caricamento