Politica

Approda in aula la legge di stabilità: più contributi per agricoltura, pesca, edilizia e florovivaismo

Soddisfazione da parte di M5Stelle e Forza Italia per le misure di carattere generale contenute nel documento, a tutela delle fasce più deboli e delle imprese

Approda in aula, oggi pomeriggio, la legge di stabilità in Sicilia, approvata nella tarda serata di ieri dalla Commissione Bilancio all'Assemblea regionale siciliana. Il testo dovrebbe essere incardinato oggi in aula e dovrebbe iniziare la discussione generale. Da domani dovrebbe prendere il via la votazione.

Soddisfazione da parte di Forza Italia per le misure di carattere generale contenute nel documento, a tutela delle fasce più deboli e delle imprese, così come per le iniziative specifiche introdotte per merito del Gruppo parlamentare.

“Le proposte di Forza Italia sono state tutte accolte – spiega il capogruppo di Forza Italia all’Ars, Tommaso Calderone -  Abbiamo chiesto e attenuto che i fondi per l’agricoltura e per le imprese agricole, passassero da un contributo di 20 milioni a 50 milioni milioni di euro. Abbiamo chiesto e ottenuto che si assegnassero 20 milioni di euro al settore del florovivaismo. Abbiamo chiesto e ottenuto che al settore della pesca venissero assegnati non 10 milioni - come previsto originariamente nella Manovra - ma 20 milioni di euro. Abbiamo mantenuto l’impegno assunto con i sindaci e l’ordine dei commercialisti di Sicilia. Ci sarà la riprogrammazione dei fondi Poc per imprese e famiglie, fermo restando che non saranno toccati i finanziamenti già in essere, oltre che le dotazioni finanziarie per le imprese le cui graduatorie sono già state pubblicate”.

“Altra iniziativa promossa esclusivamente da Forza Italia – continua il parlamentare – è il bonus facciata, con il quale abbiamo ottenuto che 50 milioni di euro fossero destinati a tutti i cittadini siciliani che vogliono ristrutturare le facciate delle proprie abitazioni, con un contributo individuale pari a 5 mila euro. Un passo importante per rimettere in moto la piccola edilizia, grazie all’effetto moltiplicatore che farà da volano per l’economia locale. Altra conquista di Forza Italia riguarda il mondo del lavoro: per le prime assunzioni, i contributi da versare all’Inps non li pagherà il datore di lavoro bensì la Regione”.

“In materia di semplificazione e innovazione – sottolinea – abbiamo permesso che, in materia di nuove costruzioni, non fosse più necessaria la vecchia concessione edilizia bensì la SCIA, un procedimento semplificato che sino ad ora era consentito solo per le ristrutturazioni e per le opere di manutenzione straordinaria. Grazie all’idea di Forza Italia, anche questo risultato è stato raggiunto, con notevoli benefici in termini di abbattimento di tempi e procedure burocratiche. Abbiamo chiesto e ottenuto con apposito emendamento che venisse assegnato un acconto a tutte le strutture sanitarie private siciliane, le quali a seguito di tale emergenza sono in ginocchio. Altra iniziativa fortemente voluta da Forza Italia è legata all’esenzione del bollo per autovetture sino a 1.400 cc che siano di proprietà di soggetti che non superino i 15 mila euro annui di reddito familiare, così come le sovvenzioni per tassisti ed ncc (noleggio con conducente) per auto, autobus e natanti”.

“In via generale – conclude Calderone – siamo dunque soddisfatti di tale Finanziaria: al suo interno sono diversi i punti che permetteranno ai siciliani di tirare una grande boccata d’ossigeno. Ringrazio il Presidente della Commissione Bilancio, Riccardo Savona, per come ha ottimamente gestito i lavori. Una lunga sessione durata una settimana, da mattina a sera, nella quale in sinergia con l’onorevole Michele Mancuso - vicecapogruppo di Forza Italia – abbiamo lavorato per fare la nostra parte nella lotta al contrasto dell’emergenza economica e sanitaria in atto”.

Soddisfatto anche il M5Stelle per i "venti milioni in più alla pesca grazie ad un emendamento promosso dal M5S all'Ars e sposato dalla commissione Bilancio, che ha avallato la causa”.

“Il fondo di solidarietà - si legge in una nota del M5S all'Ars  - passa dagli iniziali 10 milioni di euro di dotazione a 30. Di questi, 10 milioni saranno destinati alla pesca artigianale e alle imprese autonome di piccola pesca. Ora la parola spetta all'Aula".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approda in aula la legge di stabilità: più contributi per agricoltura, pesca, edilizia e florovivaismo

MessinaToday è in caricamento