rotate-mobile
Venerdì, 1 Luglio 2022
Politica

Elezioni, il futuro di Croce da consigliere comunale: "Ma non ho ancora deciso"

La legge regionale consente al candidato del centrodestra di avere un seggio a Palazzo Zanca, la sua lista a meno di sorprese non supererà lo sbarramento del 5%

Secondo i dati parziali, 188 sezioni su 253, ma difficilmente modificabili nella sostanza Maurizio Croce del centrodestra terminerà da secondo la competizione elettorale. Con circa il 27% di preferenze all'ingegnere secondo la legge elettorale visto che supererà il 20% dei voti validi spetta un seggio nel nuovo Consiglio comunale su 32. Anche se la sua lista Maurizio Croce sindaco dove è candidato non supererà lo sbarramento del 5%. Ma a differenza di Dino Bramanti, sempre del centrodestra nel 2018, Croce che non ha la residenza a Messina e dunque non ha potuto votare neppure per se stesso alle elezioni di domenica scorsa non ha ancora deciso se farà parte dei 32. "Sto riflettendo su questo argomento - dichiara - non ho ancora deciso e appena lo farò ne darò comunicazione". 

Basile sindaco, Croce: "Alla città piace De Luca"

Nulla di ufficiale anche se il ni alla scelta lascia trasparire più un no che un sì alla presenza dell'ingegnere a Palazzo Zanca nei prossimi cinque anni. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni, il futuro di Croce da consigliere comunale: "Ma non ho ancora deciso"

MessinaToday è in caricamento