Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport Capo d'Orlando

Orlandina, l'analisi del ds Sindoni: "La prossima sarà una stagione cruciale"

Il direttore sportivo della squadra di Capo d'Orlando ha fatto il punto sui principali movimenti di mercato e sulle ambizioni societarie per la prossima annata, ribadendo che "il progetto punta molto sui giovani"

L'estate è un periodo di intermezzo difficile da decifrare. Le tematiche da affrontare sono numerose e variano dalle aspettative per la prossima stagione, alle trattative di mercato con possibili rinforzi e fino alle conclusioni di quanto fatto nella passata annata. Il lavoro dei dirigenti non si ferma nemmeno nei periodi più caldi dell'anno. Accontentare il proprio coach in termini di acquisti e movimenti vari rappresenta la base da cui partire per dar vita ad un campionato di alto livello. L'Orlandina sta portando avanti buone mosse da questo punto di vista. Rinnovati i contratti di Mobio e Bellan e salutati Mei e Bruttini, il club biancazzurro ha recentemente completato l'operazione in prestito per Lorenzo Quercia, giovane guardia molto promettente. 

Tra una novità e l'altra, l'ufficio stampa della squadra di Capo d'Orlando ha intervistato il direttore sportivo Peppe Sindoni, per delle dichiarazioni su molte tematiche: "L’idea di confermare diverse pedine del roster dello scorso anno - afferma il dirigente -  è la naturale conseguenza di una grande stagione. Abbiamo firmato dei nuovi accordi con Bellan e Mobio consapevoli che entrambi sono giocatori che possono ancora migliorarsi, ma che già sono stati dei cardini della squadra che ha raggiunto la Finale di A2. Sono sicuro che quest’anno vedremo un ulteriore passo in avanti da parte di Matteo Laganà, che si è già dimostrato a 18 anni capace di giocare oltre 20’ di media ed incidere nei finali di tantissime partite vinte. Inoltre avremo l’occasione di rivedere Andrea Donda, che ha perso praticamente tutta la scorsa stagione a causa di un infortunio, ma che è chiamato a un ruolo importante in uscita dalla panchina. L’idea che abbiamo condiviso con Sodini e lo staff tecnico, che abbiamo confermato in blocco, è quella di mantenere gli stranieri negli stessi ruoli dello scorso anno: play-guardia e ala forte."

"Se per quanto riguarda gli esterni - prosegue il ds - il quadro è abbastanza delineato, con Querci che di fatto va a prendere il posto di Mei, per il pacchetto lunghi è in corso un’attenta riflessione. Siamo disposti a intervenire solo per un giocatore che possa spostare gli equilibri nel campionato di A2. Se questo non sarà possibile saremo ben contenti di dare più spazio ai nostri ragazzi e inserire come ultimo italiano un giocatore di complemento che possa aiutare il pacchetto lunghi."

Focus di mercato sul volto nuovo del PalaSikeliArchivi, la guardia Quercia: "Abbiamo deciso senza alcun dubbio di puntare su Lorenzo, perché lo riteniamo - rivela Sindoni - un giocatore di grande talento che nonostante la giovane età è già pronto fisicamente a dare un contributo importante nel campionato di A2. L’anno scorso la scelta di Sodini di puntare su un nucleo giovane ed emergente per plasmare una mentalità di squadra vincente ha dato i suoi frutti ed intendiamo restare sulla stessa linea."

In attesa di altre novità dalle trattative, si comincia ad intravedere il futuro, con le prime ambizioni per la nuova stagione: "La prossima sarà una stagione cruciale per il nostro club e il nostro ambiente. Siamo contenti - ribadisce il direttore - dei dati di affluenza, soprattutto del trend in crescita durante i playoff. Non dobbiamo dimenticare che Capo d’Orlando è un piccolo centro e che, anche a livello di A2, si confronta con piazze che hanno disponibilità e bacini molto più ampi."

"Il nostro compito è analizzare questi dati e agire in modo da dare al club e alla sua gente un futuro sempre più sostenibile. Non possiamo essere noi a definire in quale categoria può competere l’Orlandina. Il mecenatismo nello sport - conclude Sindoni - è un modello superato e non è certo quello che inseguiamo. Stiamo consolidando il nostro progetto sportivo puntando molto sui giovani, il numero delle vittorie non è tutto."

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orlandina, l'analisi del ds Sindoni: "La prossima sarà una stagione cruciale"

MessinaToday è in caricamento