rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Calcio

Serie C, rimonta da applausi del Messina nel derby contro il Palermo  

La partita ha proposto due copioni completamente diversi. I giallorossi, sotto di due reti, hanno pareggiato 2-2 con una ripresa eccellente

Meritato pareggio (2-2) in rimonta del Messina nel derby contro il Palermo. La partita ha proposto, allo stadio “Renzo Barbera”, due copioni completamente diversi: primo tempo con i rosanero padroni del campo, come conferma il 2-0 a loro favore, eccellente ripresa, invece, dei giallorossi, che hanno riequilibrato la complicata situazione e sfiorato anche il gol del successo. Gran parte del merito del cambio di passo va dato al tecnico Ezio Raciti, che ha stravolto con tre sostituzioni l’andamento del match. 

Prima del calcio d’inizio, viene tributato un minuto di applausi all’ex presidente del Palermo Maurizio Zamparini. Avvio di gara aggressivo dei padroni di casa, che si fanno vedere con le incursioni di Luperini e Lancini. Il vantaggio si concretizza al 13’, quando Valente si invola sulla destra ed offre a Brunori l’assist dell’1-0. Due minuti dopo, Lewandowski evita di capitolare nuovamente, anticipando in uscita Luperini. Sull’altro fronte, lo imita Pelagotti sul lanciato Adorante. Al 37’ Floriani manca incredibilmente la deviazione risolutiva, su un pallone “bucato” da Trasciani. Il Palermo raddoppia, comunque, al 41’ con una spettacolare rete di Valente, lasciato, su un angolo, indisturbato a tirare dal limite.
 
Raciti rivoluziona l’undici durante l’intervallo, inserendo Piovaccari, Fazzi e Russo. Il  4-2-4 dei biancoscudati, oltre ad essere offensivo, si dimostra subito efficace. Al 6’ il cross di Piovaccari innesca la girata di Gonçalves, che insacca la sfera e riapre il match. I locali si ripropongono in avanti, ma i tentativi di Floriano e Luperini peccano della necessaria precisione. Il Messina conquista (16’) un corner, che il romeno Marginean trasforma nel 2-2 con uno stacco imperioso. Sulle ali dell’entusiasmo, i peloritani vanno vicini addirittura al sorpasso con Piovaccari, che si infila centralmente, batte verso la porta, ma si vede intercettata la conclusione dal piede di Pelagotti. Nei restanti minuti, calano inesorabilmente i ritmi, la sfida si innervosisce e, soprattutto, non accade più nulla di rilevante. Il triplice fischio consegna, così, un punto ad entrambe le squadre.    

Palermo-Messina 2-2
Marcatori: 13′ Brunori; 41’ Valente; 6′ st Gonçalves; 16′ st Marginean.
Palermo: Pelagotti, Buttari, Lancini, Marconi (26’ st Fella), Crivello, Damiani, De Rose, Valente (26′ st Perrotta), Luperini (17’ st Soleri), Floriano (17′ st Felici), Brunori. A disp.: Massolo, Doda, Giron, Odjer, Silipo, Dall’Oglio, Accardi, Somma. All. Silvio Baldini.
Messina: Lewandowski, Angileri (1′ st Russo), Trasciani, Celic, Carillo, Gonçalves (29′ st Statella), Rizzo (1′ st Piovaccari), Fofana, Damian (1′ st Fazzi), Marginean (40′ st Konate), Adorante. A disp.: Caruso, Fantoni, Simonetti, Baldè, Camilleri, Rondinella, Giuffrida. All. Ezio Raciti.
Arbitro: Pascarella di Nocera Inferiore (Somma di Castellammare di Stabia e Nasti di Napoli).
Note: osservato un minuto di silenzio in ricordo l’ex presidente del Palermo Zamparini. Ammoniti: Lewandowski, Crivello, Fazzi, Gonçalves, Statella e Lancini. Recupero: 1’ e 3’. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie C, rimonta da applausi del Messina nel derby contro il Palermo  

MessinaToday è in caricamento