Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

Tempi incerti sulla gestione del Franco Scoglio, l'Fc Messina: "Così rischiamo un danno economico"

La società giallorossa rivendica risposte certe in una lettera inviata all'amministrazione comunale. In ballo il progetto di 141 milioni per riqualificare l'impianto e una convenzione fino a 99 anni

Tempi ancora incerti sull'affidamento della gestione dello stadio "Franco Scoglio". Palazzo Zanca sta ancora valutando il progetto presentato dal Football Club Messina, unico partecipante al bando, attraverso la consulenza esterna affidata allo studio Vermiglio. In ballo un investimento di 141 milioni di euro per una concessione di 99 anni e importanti interventi di riqualificazione dell'impianto.

Gestione stadio, Gallo: "Comune vigile sul bando, ma aspettiamo tutte le valutazioni degli organi preposti"

All'ulteriore richiesta di verifica da parte dell'amministrazione comunale, questa volta il Football Club Messina ha deciso di rompere il silenzio e sottolineare le difficoltà a cui la società sta andando incontro per il dilatarsi dei tempi. Nero su bianco in una lettera che l'amministratore delegato Carmelo Santoro ha inviato al rup Salvatore De Francesco, all'assessore allo Sport Francesco Gallo e per conoscenza anche al sindaco Cateno De Luca. Una missiva in cui il Football Club si interroga sui rinvii del termine della procedura che di fatto bloccano l'assegnazione dello stadio.

La lettera del Fc Messina

"Attente valutazioni della Commissione di Gara - si legge nel documento della società giallorossa -  hanno portato a radiografare la nostra proposta di partecipazione e dopo diverse sedute e 5 mesi circa di attesa, la scrivente è risultata essere meritevole di un punteggio assegnato pari a 64,73 che ha sancito il “diritto” di quest’ultima all’aggiudicazione della Concessione dello Stadio F. Scoglio. Tuttavia, malgrado il tempo trascorso, 8 mesi complessivamente e 3 mesi dall'assegnazione del punteggio definitivo di fine gara, più volte ci si è trovati presenti a più motivi di rinvio, su cui ci stiamo interrogando per comprenderne i motivi, che non ci consentono di avere assegnata la gestione dello Stadio. Questo protrarsi, con continui rinvii, del completamento dell’iter di assegnazione sta “coincidendo” con lo spirare del Campionato di calcio di Serie D e ciò a danno della scrivente che continua a pagare un importante canone di affitto, ad ogni partita casalinga, pari a € 3.500,00 oltre oneri aggiuntivi, per l’utilizzo, a favore dell’altra Compagine cittadina, che di contro sta risultando beneficiaria di un servizio, improprio ed illegittimo con l’aggravante di un arbitrio nell’utilizzo prolungato di un bene di fatto Bandito da Codesto Spett. Comune con procedure di evidenza pubblica e con rigide regole ben note.

Nulla aggiungiamo sulle voci che sostengono la probabile illegittimità della proroga dell’utilizzo dello Stadio F. Scoglio concessa all’altra squadra cittadina per una asserita mancanza di titolarità dei poteri di firma nell’anzidetto atto. Il perdurare di questo incomprensibile stallo, oltre al danno sopra denunciato, implicherà un ritardo nel “progetto vinto” che si tramuterà in ulteriore “danno economico” a carico della scrivente per le ricadute che si riverseranno a seguire con un conseguente rallentamento del crono programma preventivato per gli interventi progettati per la gestione del servizio concessorio. Appare superfluo evidenziare che la partecipazione al Bando “vinto” ha comportato, a carico della FC anni di preparativi e un investimento finanziario di notevole importo.

Non ultimo non possiamo esimerci dal comunicare che, in linea con le norme di riferimento, da tempo la scrivente FC ha in corso una serie di interlocuzione con Soggetti economicamente strutturati e di livello internazionale quali potenziali e futuri “Partners” che hanno già espresso e sottoscritto la propria disponibilità a supportare la gestione del Servizio esitato favorevolmente dalla Commissione aggiudicatrice. E’ fisiologico che l’imbarazzo creato da questa vicenda non può ricadere sulle pelle della scrivente Società Sportiva che, non potrà non attrezzarsi, malgrado la “lunga e comprovata” disponibilità dimostrata, a tutela dei propri diritti.

Con l’auspicio che queste riflessioni possano meglio chiarire la necessità di dare seguito con la massima urgenza, anche nell’interesse di Codesto Spett. Comune, al completamento delle norme e delle procedure di gare e sempre nell’auspicio di acquisire un rassicurante riscontro alla presente che allontani lo spettro di una tensione dei rapporti epistolari in corso che non intendiamo alterare con codesto Spett. Amministrazione, cordialmente porgiamo saluti".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tempi incerti sulla gestione del Franco Scoglio, l'Fc Messina: "Così rischiamo un danno economico"

MessinaToday è in caricamento