rotate-mobile
Volley

Momento magico per l’Akademia: Messina merita il lustro che società e squadra stanno dando

Le parole del team manager a commento di una stagione finora entusiasmante per le siciliane in Serie A2

Quattordicesimo turno di campionato per Akademia Città Di Messina che, a cavallo della prossima festività natalizia, affronterà, dopo quella con Como e Bologna, un’altra doppia trasferta consecutiva. La prima, domani 23 dicembre con inizio alle ore 17, al “PalaRoma” di Montesilvano (PE); di fronte, la Sirdeco Volley Pescara. Giorno 26, invece, la squadra sarà di scena a Soverato. Le ragazze di coach Bonafede sono reduci dal successo (3-1) sulla Cda Talmassons Fvg dello scorso weekend che ha consentito di consolidare il terzo posto in classifica, allungando a +5 il vantaggio proprio sulle friulane. La seconda posizione, attualmente occupata da Perugia, dista sette lunghezze; le umbre, però, hanno disputato una gara in più, avendo già giocato la gara prevista dal tabellone del 7° turno di ritorno contro la capolista Busto.

La formazione abruzzese, prossimo avversario, occupa invece l’ultimo gradino della graduatoria con un solo punto, conquistato nel tie-break perso al “PalaGeorge” di Montichiari (BS) con la Valsabbina Millenium; 5 i set vinti, 39 quelli persi. Nella gara di andata, unico precedente tra le due squadre, successo (3-0) per Messina più faticoso di quanto il risultato finale stesso possa suggerire; ne costituisce prova evidente il primo set chiuso solo ai vantaggi (27-25), dopo aver sprecato tre palle set e rischiato di capitolare (24-25). Nei numeri della gara di andata, a fare la differenza, una maggiore efficacia al servizio (11 ace contro 4 di Pescara, 9 gli errori di Messina, 12 quelli delle ospiti), il fondamentale del muro (9 per le padrone di casa, 2 per Pescara) e la percentuale in attacco del 47 % delle messinesi (39 punti su 83 attacchi), nettamente superiore al 34 % delle avversarie (32 punti su 93).

Anche in ricezione, numeri superiori per Messina: 55% contro il 41 % (in evidenza il 67 % di positività di Marianna Maggipinto). MVP dell’incontro Valeria Battista, mentre migliore realizzatrice con 19 punti (13 in attacco, 4 muri, 2 ace) l’americana Kelsie Payne. Nelle due fasi, bene Messina in fase break con 38 punti (12 dei quali scritti a referto da Aurora Rossetto); per Pescara solo 14. Per quanto riguarda la fase side out, meglio Pescara con 24 punti contro i 21 delle messinesi. Nessuna ex nelle due squadre.

Tra gli uomini fondamentali e più attivi dello staff dirigenziale, il Team Manager Marco Maressa: “Abbiamo iniziato bene. La squadra si sta plasmando sotto la guida del tecnico Bonafede; il mister sta tirando fuori tutto il potenziale di questa rosa, anche se sono convinto che ci siano ancora ampi margini di crescita. Ci piace portare in giro per l’Italia il nome di Messina, una città che si merita il lustro che società e squadra in questo momento stanno dando. Non ci poniamo limiti, ma restiamo sempre con i piedi per terra“.

PalaRescifina teatro capace di realizzare grande coinvolgimento nei confronti della gente e dell’imprenditoria sempre più parte attiva dei successi di Akademia: “Di questo va dato merito al presidente che si spende quotidianamente per avvicinare potenziali sponsor e aziende che credano nel progetto di Akademia in modo che questa realtà possa crescere ancora. E’ un piacere vedere il pubblico al palazzetto; come detto da mister Bonafede nel post-partita con Talmassons, speriamo di trovare sempre più pubblico per caricare maggiormente le nostre atlete“.

Si chiude una anno solare in cui sono arrivate una salvezza strepitosa, una qualificazione in Coppa Italia e l’attuale terzo posto in classifica; al netto delle due trasferte immediate con Pescara e Soverato, costituiscono degli obiettivi finestra sull’attuale programmazione societaria: “Vanno bene i risultati ma a noi piace rimanere con i piedi per terra. Affrontiamo, partita dopo partita, avendo sempre il massimo rispetto per l’avversario. Naturalmente fa piacere vedere la squadra così in alto in classifica; se pensiamo alla scorsa stagione, c’è un evidente miglioramento. Questo è dovuto sia all’esperienza maturata da noi dirigenti, dallo staff, unito all’innesto di giocatrici di un certo livello. Preferiamo mantenere i piedi per terra, lottando per i tre punti, passo dopo passo, senza porci limiti ma tenendo a mente il nostro obiettivo di inizio stagione“.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Momento magico per l’Akademia: Messina merita il lustro che società e squadra stanno dando

MessinaToday è in caricamento