Sabato, 13 Luglio 2024
Volley

Troppo Cagliari per Letojanni, il sogno promozione finisce qui

La seconda gara playoff premia i sardi che vincono 3-0 e non lasciano scampo ai ragazzi di coach Rigano

La Datterino Volley Letojanni saluta il sogno promozione in Serie A3, dopo la sconfitta rimediata sul parquet di casa contro il Cus Cagliari per 3 a 0 e non riesce a ripetere lo straordinario risultato ottenuto la scorsa stagione quando era riuscita ad approdare alla categoria superiore dopo aver vinto gli spareggi. Rigano schiera il consueto sestetto con Balsamo in regia con Chillemi opposto, Battiato e Speziale centrali, Cortina e Torre martelli ricettori con Chiesa libero. Mister Ammendola risponde con Muccioni al palleggio con Calarco opposto, Sartirani e Menicali al centro, Boesso ed Enna di banda con Vitali libero. Il primo set inizia con un testa a testa che si trascina fino all’11 pari, momento in cui Calarco con un doppio ace stacca i padroni di casa di due punti (11-13) e Rigano chiama il primo discrezionale. Al rientro in campo sono ancora gli ospiti a mantenere il distacco e nonostante i cambi adoperati dal mister letojannese che fa entrare Vintaloro e Saitta su Balsamo e Speziale la musica non cambia. Sono proprio i due neo entrati che al loro turno di battuta mandano fuori la palla ma, grazie ai due punti messi a segno da Battiato prima e da Chillemi dopo i padroni di casa accorciano le distanze, ci pensa dalla linea dei nove metri Torre, con tre ace consecutivi, ad aumentare il vantaggio fino al 23-20. Ma Cagliari non demorde e un attacco di Menicali e due ace di Calarco fissano il punteggio sul 23 pari e Rigano chiama i trenta secondi di sospensione. Alla ripresa del gioco Letojanni conquista il primo set point ma Durante, subentrato ad un evanescente Enna, mette a terra il pallone del 24 pari. Letojanni, grazie ad un errore al servizio degli ospiti si procura il secondo set point ma Boesso ristabilisce la parità, Battiato mette a terra il pallone del 26-25 ma un errore di Cortina dà l’ennesimo pareggio agli ospiti. Sartirani e Muccione con una battuta velenosa chiudono il set per 26 a 28.
Nel secondo parziale inizia sulla falsa riga del primo con le due squadre si rincorrono fino al 3 pari. Poi, un attacco out di Cortina ed una serie di errori in battuta permettono ai sardi di dare un netto stacco per 5 a 9, costringendo Rigano a chiedere i trenta minuti di sospensione. Al rientro in campo, gli ospiti continuano ad accumulare vantaggio e Rigano si gioca la carta Sciuto al posto di Speziale ma Sartirani e Calarco allungano le distanze e il mister letojannese chiama tempo sull’11 a 17. Calarco manda fuori la battuta, e due punti consecutivi di Torre e un errore in attacco di Menicali riducono la distanza; sul 15-18 e l’allenatore Ammendola ferma il gioco. Letojanni sospinta dal proprio pubblico grazie ai punti di Battiato e agli errori di Calarco e Menicali pareggia i conti (18-18), e dopo un attacco in rete di Boesso, l’allenatore sardo chiede nuovamente time-out (19-18). Al rientro in campo Calarco suona la carica e con due attacchi consecutivi ribatte la situazione. Torre prova ad accorciare le distanze ma l’opposto sardo con un diagonale chiude il set per 23 a 25.
Nel terzo set Cagliari parte forte e sulle ali dell’entusiasmo con Boesso, Calarco e Sartirani scava il primo solco (2-6) e Rigano chiede tempo. Ma non serve a nulla, i letojannesi appaiono stanchi ed in balia degli avversari e dopo due attacchi fuori di Torre e Saitta, Rigano è costretto a chiedere la seconda sospensione (2-9). Al rientro in campo gli ospiti approfittano della situazione e con Boesso e Calarco gettano le basi per il successo finale. Battiato con due punti consecutivi prova a far rientrare i suo (9-17) ma il distacco ormai è troppo evidente. Cortina annulla il primo match-ball ma un errore al servizio di Balsamo permette al Cus Cagliari di vincere la partita e conquistare meritatamente la promozione in Serie A3 con una giornata di anticipo.
Nonostante però i giochi siano ormai fatti, il regolamento prevede l’ultima gara da disputare domenica prossima con inizio alle 18.30 a Galatina contro il Green Volley Galatone con entrambe le squadre fuori dalla lotta promozione. Una sconfitta che lascia l’amaro in bocca per come è maturata soprattutto nei primi due parziali quando Letojanni ha forse commesso qualche errore in più rispetto agli avversari che si sono dimostrati cinici nei momenti decisivi, conquistando una promozione che fino a qualche settimana fa sembrava una chimera. Al termine della gara il direttore sportivo Salvatore Soraci ha ringraziato i suoi per l’ottima annata disputata, nonostante non sia arrivata sul campo la promozione come nella passata stagione.
DATTERINO VOLLEY LETOJANNI - CUS CAGLIARI 0-3
PARZIALI SET: 26-28; 23-25; 16-25
DATTERINO VOLLEY LETOJANNI: Battiato 11, Torre 15, Cortina 7, Chillemi 6, Balsamo 1, Chiesa (L), Speziale 1, Sciuto 1, Saitta 0, Vintaloro 0, Salomone 0. Ne: Amagliani. All: Gianpietro Rigano
CUS CAGLIARI: Boesso 11, Enna 1, Vitali (L), Cassaro 0, D’Elia 0, Muccione 1, Sartirani 10, Calarco 18, Durante 2, Menicali 10. Ne: Floris, Seu, Latini, Ammendola. All: Simone Ammendola
ARBITRI: Simone Magnino di Perugia e Gabriella Notaro di Lamezia Terme

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo Cagliari per Letojanni, il sogno promozione finisce qui
MessinaToday è in caricamento