menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto: Ansa

Foto: Ansa

Coronavirus, 760 nuovi casi e 26 morti: nel Messinese calo dei contagi

Il bollettino ministeriale dell'11 febbraio dopo l'analisi di 21602 tamponi. I ricoveri segnano ancora un saldo negativo (-42). Sono 1.666 le persone guarite

In attesa che il governo si pronunci dopo la richiesta di Musumeci di istituire la zona gialla, il bollettino ministeriale dell'11 febbraio segna 760 nuovi casi di coronavirus in Sicilia nelle ultime 24 ore. Questo il dato principale che emerge dopo l'analisi di 21.602 tamponi (molecolari e rapidi), con un tasso di positività del 3,5% (ieri era del 3,1). Nessun dimezzamento dunque rispetto a due giorni fa. Quando lo stesso governatore aveva dichiarato che per chiedere la zona gialla si sarebbe dovuto assistere prima a un dimezzamento dei contagi. Cosa gli avrà fatto cambiare idea in 48 ore non si sa.

Intanto la situazione negli ospedali dell'Isola migliora giorno dopo giorno. Oggi i ricoverati in regime ordinario sono 1.071 (-37), mentre le terapie intensive sono 165 (-5) con 11 nuovi ingressi. Si registrano purtroppo altri 26 decessi. I guariti invece 1.666. Scendono dunque le persone che al momento hanno il Coronavirus, che restano 36.655 (-932). 

Quasi la metà dei nuovi casi è stato individuato a Palermo e provincia (374). Quindi Catania 104, Messina 66, Trapani 43, Siracusa 85, Ragusa 20, Caltanissetta 33, Agrigento 28, Enna 7. 

La situazione nel resto d'Italia

Il nuovo bollettino del Ministero della Salute di oggi registra oggi 15.146 nuovi casi su 169.765 tamponi (8.1% positivi) e 122.768 test rapidi (1.02% positivi). Nei reparti non critici degli ospedali sono ricoverati 18.942 pazienti Covid, 338 in meno di ieri. 2.126 gli italiani che necessitano della terapia intensiva per restare in vita, un numero sostanzialmente stabile al netto di 151 nuovi ingressi. 19.838 le persone dimesse o che hanno superato l'infezione da Sars-Cov-2. 391 i decessi registrati nelle ultime 24 ore.

Intanto il Centro europeo per il controllo e la prevenzione della malattie ha aggiornato la mappa della situazione pandemica segnalando in "rosso scuro" Umbria le province autonome di Trento e Bolzano come aree ad alta incidenza dei contagi Covid. Promossa in arancione la Valle d'Aosta. Oggi è emerso come sia sempre più probabile la proroga fino al 5 marzo del divieto di spostamenti tra le regioni.

Coronavirus, il bollettino di oggi giovedì 11 febbraio 

Nuovi casi: 15.146 (ieri 12.956)
Casi testati: 102.605 (ieri 98.617)
Tamponi (diagnostici e di controllo): 292.533 (ieri 310.994)
molecolari: 169.765 di cui 13.790 positivi pari al 8.1% (ieri 6.98%)
rapidi: 122.768 di cui 1.347 positivi pari al 1.09% (ieri 1.07%)
Attualmente positivi: 405.019 (ieri 410.111)
Ricoverati: 18.942, -338 (ieri -232)
Ricoverati in Terapia Intensiva: 2.126, -2, 151 nuovi (ieri -15, 155 nuovi)
Totale casi positivi dall'inizio della pandemia: -- (ieri 2.668.266)
Deceduti dopo Covid test positivo: 92.729 (ieri 92.338)
Totale Dimessi/Guariti: --+ 19.838 (ieri 2.165.817, +16.467)
Vaccinati: 1.248.904 (2.799.617 dosi somministrate*) 
 

*si tratta del 76.7% delle 3.287.700 dosi consegnate da Pfizer e delle 112.800 consegnate da Moderna al 10 febbraio. Da lunedì è iniziata la campagna vaccinale per gli over 80 non in Rsa: sono oltre 47mila i "nonni" che hanno avuto almeno una dose del vaccino Pfizer/Moderna. In distribuzione le prime dosi dei 249.600 vaccini AstraZeneca destinato alla fase 3 per le categorie a rischio dai 18 a 55 anni. Sul sito del Governo il report aggiornato dei vaccini. 
 


 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento