Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Capizzi

Covid a Capizzi, aperta un'inchiesta per epidemia colposa

La Procura di Enna indaga sull'origine del focolaio nel piccolo paese dei Nebrodi. Attenzione puntata sulla festa di compleanno del 20 dicembre in un locale della vicina Nicosia. Scattati nuovi accertamenti e perquisizioni

La Procura di Enna sta indagando per epidemia colposa in seguito al focolaio Covid che ha messo in seria difficoltà il comune di Capizzi dichiarato zona rossa da inizio mese. Gli inquirenti stanno puntando l'attenzione alla festa di compleanno del 20 dicembre scorso, svoltasi in un ristorante della vicina Nicosia. Potrebbe essere quell'evento la causa dell'aumento dei contagi visto il numero di partecipanti provenienti dal paese nebroideo.

La guardia di finanza ha già eseguito diverse perquisizioni domiciliari supportata dagli operatori Asp per evitare rischi. Sottoposti a sequestro anche pc e cellulari che potrebbero contenere informazioni utili alle indagini coordinate dal procuratore Massimo Palmeri. L'obiettivo è capire se l'escalation di contagi, tra cui i 25 anziani della casa di riposo San Giacomo, possa essere stato causato alla festa e ad altri comportamenti illeciti tenuti dalla cittadinanza. Quest'ultima ipotesi era già stata avanzata dallo stesso sindaco di Capizzi Leonardo Giuseppe Principato Trosso

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid a Capizzi, aperta un'inchiesta per epidemia colposa

MessinaToday è in caricamento