Cronaca

Fc chiede i danni per il bando dello Stadio, Rocco Arena: “Delusi dall'amministrazione, andremo fino in fondo”

Il patron della società sportiva ricorre al Tar contro il Comune e il dirigente De Francesco per la revoca dell'assegnazione dell'impianto. Chiesti 420 milioni di euro di risarcimento

Il risarcimento danni richiesto diviso nel ricorso al Tar di Catania ammonta totalmente a circa 420 milioni di euro. Il Football Club Messina va giù duro contro l'amministrazione comunale e il dirigente Salvatore De Francesco per la revoca dell'assegnazione dello stadio Franco Scoglio che vedeva come unica offerta presentata quella della società presieduta da Rocco Arena e che dopo verifiche è stata respinta. Del ricorso ne ha dato notizia oggi il quotidiano Gazzetta del Sud. A seguire la procedura amministrativa per danni di immagine e mancati guadagni - secondo il Fc Messina - lo Studio legale Ghia di Roma e Milano. 

Bando di concessione stadio, revocata l'assegnazione

"Andremo fino al Consiglio di Stato - ha dichiarato a MessinaToday il presidente del Fc Messina Rocco Arena - se necessario, ci sentiamo molto delusi da questa amministrazione comunale totalmente confusa in una gara che poteva aiutare la rinascita di una città depressa, la cosa strana è che il sindaco è una persona competente e non comprendo come possa aver permesso una procedura tanto disordinata senza mai intervenire, noi abbiamo agito con correttezza e onestà nella procedura del bando che invece ci siamo visti revocare, chi ha sbagliato adesso dovrà pagare". La richiesta di risarcimento danni è contro l'amministrazione e anche contro il dirigente comunale Salvatore De Francesco in qualità di responsabile del procedimento gara. Abbiamo richiesto un commento all'assessore allo Sport Francesco Gallo che non ha voluto rilasciare dichiarazioni.  Nel giugno scorso il rup De Francesco aveva messo nero su bianco la non aggiudicazione della gara per l’affidamento della concessione in gestione dell’Impianto Sportivo “Stadio F. Scoglio”  [...] la definitività della proposta non comporta silente aggiudicazione, essendo sempre necessario il relativo provvedimento, e che fino all’adozione dell’atto è facoltà dell’Amministrazione, in presenza della superiore motivazione, non aggiudicare la gara. La decisione arrivò dopo il verdetto fornito dal consulente Vermiglio, chiamato dal Comune a valutare tutti i documenti forniti dalla società giallorossa, sollecitata più volte ad integrazioni, con un'analisi accurata relativa al Piano Economico Finanziario. Ma le garanzie presentate dal Football Club - secondo il Comune - non sono evidentemente state considerate sufficienti a dare il via libera alla concessione dello stadio per 99 anni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fc chiede i danni per il bando dello Stadio, Rocco Arena: “Delusi dall'amministrazione, andremo fino in fondo”

MessinaToday è in caricamento