menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Istituto "Mazzini", ancora polemica fra genitori e dirigenza: "La tutela dei nostri figli priorità assoluta"

I genitori degli alunni chiedono maggiori garanzie per la sicurezza degli studenti e aule più grandi. Lo scontro sui social con la scuola

"Siamo stanchi, indignati e preoccupati, ma non possiamo arrenderci. Ci sentiamo ulteriormente beffati, dall’Istituzione a cui i nostri figli appartengono". A scrivere è un gruppo di genitori dell'Istituto comprensivo "Mazzini" che, dopo le polemiche e gli scontri di cui la scuola è stata teatro nelle ultime settimane, rispondono alle ulteriori affermazioni da parte del personale interno all'istituto, questa volta rilasciate via facebook, pubblicizzando la validità degli interventi messi in atto, che non garantirebbero ancora uno svolgimento adeguato delle lezioni. 

"Ci chiediamo come possano scagliarsi contro l’azione di genitori che hanno a cuore solo il benessere materiale e morale dei propri figli", spiegano. "Tutti gli studenti della scuola media Mazzini stanno effettuando i doppi turni, con un monte orario ridotto e decurtato di ben 10 ore settimanali. Si è partiti dalla spinosa questione delle classi plus, in cui confluivano alunni di classi diverse, creando un’evidente  situazione di promiscuità con una rotazione iniziale di 14 giorni. Ma questo, sapete bene, ha rappresentato solo la punta dell’iceberg, perché in realtà i locali della scuola non erano a norma per poter consentire di avviare le lezioni a regime, nel rispetto del distanziamento anti-Covid e della Legge 626 sulla sicurezza a scuola", sottolineano. 

Nonostante, a seguito del consiglio di istituto del 2 ottobre la scuola abbia eseguito alcuni lavori di adeguamento, attraverso l'abbattimento di alcuni muri per ingrandire i locali, anche lo stesso Tribunale dei minori ha chiesto una relazione. I genitori degli alunni, quindi, vogliono ulteriori provvedimenti a tutela dei propri figli senza però ricadere in polemiche o dibattiti starili con l'istituto.  "E’ normale difendere il luogo in cui si lavora, ma non è giusto continuare a mettere in cattiva luce genitori perbene e responsabili - spiegano -. Confidiamo adesso sul Dirigente Domenico Maiuri che ha preso servizio il primo settembre e che, già più consapevole dei punti di forza e dei punti di debolezza dell’Istituto, possa guidarlo nell’ottica dell’eguaglianza, della correttezza e della trasparenza, riponendo la sua fiducia anche sui genitori dei suoi alunni che sono e restano l’unico motivo per cui la scuola abbia ragion d’essere e possa andare avanti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento