Cronaca

Vaccinazione per gli estremamente fragili, Firenze a Alagna in commissione consiliare sulle procedure da seguire

Il commissario per l'emergenza e il direttore dell'Asp a Palazzo Zanca per fare chiarezza sull'iter previsto della nuova fase della campagna vaccinale che coinvolge 500 mila i cittadini in tutta la Sicilia

"Stiamo lavorando affinché i vaccini possano arrivare nella giusta quantità e finalmente avviare senza più soste e tentennamenti la campagna di vaccinazione per immunizzare milioni di siciliani. E' questo l'impegno, senza tregua, del governo regionale: siamo convinti di dovere guardare al futuro con prospettiva e soltanto col vaccino possiamo immaginare la stagione della speranza".

A dirlo è il governatore siciliano, Nello Musumeci, che oggi ha inaugurato a Ragusa il nuovo hub vaccinale provinciale che si affianca a quelli già attivi a Palermo, Catania, Siracusa, Messina e Caltanissetta.

"Il centro hub di Ragusa - spiega l'assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza - si aggiunge a quelli che già sono organizzati su tutto il territorio. Adesso, la campagna vaccinale deve necessariamente crescere nei volumi, la Sicilia ha recepito il Piano nazionale voluto dal governo Draghi e ci attendiamo un numero significativo di dosi nei mesi di aprile e maggio per arrivare, verso l'estate, ad avere immunizzato un'ampia parte dei cittadini siciliani".

E proprio su disposizione del governo nazionale prende il via la campagna vaccinale per i soggetti fragili: 500 mila i cittadini interessati. Ma l'organizzazione non sarà semplice come per le altre vaccinazioni perché gran parte di questi soggetti non saranno nelle condizioni di spostarsi fisicamente per raggiungere i centri vaccinali. Si dovrà potenziare dunque la vaccinazione a domicilio.

Su questo aspetto è concentrata anche l'attenzione della commissione consiliare presieduta da Placido Bramanti che giovedì alle 11.30 incontrerà a Palazzo Zanca il commissario per l'emergenza Covid Alberto Firenze e il direttore dell'Asp Bernardo Alagna. L'obiettivo è fare chiarezza sugli iter previsti in relazione al piano vaccinale per soggetti fragili a causa di gravi patologie. Un'emergenza dentro l'emergenza che ha bisogno di una marcia in più per essere condotta nel migliore dei modi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccinazione per gli estremamente fragili, Firenze a Alagna in commissione consiliare sulle procedure da seguire

MessinaToday è in caricamento