Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica Centro / contrada Scoppo

I precari delle autostrade si preparano al Natale in protesta, l'assessore Falcone a Messina

L'esponente del governo Musumeci ha incontrato i sindacati sulla stabilizzazione degli esattori, Cisal e Orsa siglano il verbale ma non la confederazione unitaria di base. Prosegue l'assemblea permanente all'interno dei locali di contrada Scoppo, i punti dell'atto

Da inizio settimana i precari del Consorzio autostrade sono in assemblea permanente rintanati negli uffici di contrada Scoppo. Sono decisi a trascorrere le festività natalizie all'interno dei locali. 

Oggi nell'incontro con l'assessore regionale ai Trasporti Marco Falcone venuto a Messina per incontrarli e per discutere di stabilizzazione la Cub non ha siglato il verbale perché ritiene gli impegni assunti vaghi e non c'è traccia di un contratto collettivo nazionale di lavoro. A rappresentare la Cub Vincenzo Capomolla. Orsa e Cisal hanno invece apposto le loro firme al verbale che prevede una nuova riunione il 25 novembre. All'incontro al Cas con Falcone hanno preso parte anche il deputato regionale cinquestelle Antonio De Luca, il presidente dell'ente Francesco Restuccia e il vice Chiara Sterrantino.

Nell'atto si legge di "Verificare la modifica della delibera di giunta 221 del 2008, la possibilità di rescissione anticipata del contratto interinale, l'ipotesi di creazione di un bacino di personale dando la priorità all'anzianità di servizio con un minimo di rapporto, verifica di trasformazione dei tempi parziali e del profilo professionale degli esattori impossibilitati a svolgere l'attività di esazione e attualmente in forza all'amministrazione, verificare la possibilità di utilizzare i precari esattori che abbiano superato i 36 mesi di attività o immediatamente inferiore". Punti che non vanno bene alla Cub e protesta che continua a tempo indeterminato. 

“Siamo soddisfatti del confronto e degli impegni assunti dall'assessore, al quale diamo atto di essere venuto a Messina per discutere la vertenza personalmente -dichiarano Crocè, Paladino e Massaro di Cisal e Orsa - il 25 novembre verificheremo se il percorso iniziato oggi sarà davvero in fase di realizzazione. Se quel giorno Falcone ci darà risposte concrete smobiliteremo l'occupazione, altrimenti andremo avanti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I precari delle autostrade si preparano al Natale in protesta, l'assessore Falcone a Messina

MessinaToday è in caricamento