rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Autostrade, niente soldi al Cas per manutenzioni e stipendi? Ci pensa la Regione

Il governo Musumeci ha deliberato la concessione all’Ente di un credito pari a 10 milioni che dovrà essere estinto entro un anno

Sarà la Regione a mettere mano al portafogli per anticipare gli stipendi che la tesoreria Unicredit ha deciso di non pagare più ai dipendenti del Cas.

Con una delibera di giunta regionale, è prevista la concessione al Consorzio autostrade di un credito di 10 milioni da estinguere entro un anno. 

A proporre la soluzione per aiutare l’ente, l’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone che ha ricordato come la Regione siciliana detenga il controllo dell’ente con quote consortili superiori al 90 per cento, “ne determina la governance ed esercita la debita vigilanza attraverso le competenti strutture dipartimentali” ed è pertanto “tenuta ad un intervento di sostegno finanziario nei confronti del Consorzio per evitare evoluzioni fortemente dannose tenuto conto delle possibili refluenze, tra le altre, nei settori della sicurezza delle infrastrutture e della mobilità regionale”.

Essendo la Regione in esercizio provvisorio fino al 30 aprile, il governo dovrà però predisporre una norma per autorizzare l’anticipazione di liquidità e ha dato mandato al Dipartimento regionale del bilancio e tesoro - Ragioneria generale della Regione - di attivare la relativa procedura istruttoria per l'inserimento della norma nel Bilancio di esercizio e nella legge di stabilità finanziaria 2022/2024.

In pratica il Cas chiederà a Unicredit, tesoriere della Regione siciliana, un prestito ponte, scadenza fine maggio, per ottenere la liquidità necessaria a fare fronte alle spese urgenti e indifferibili. Unicredit, dal primo gennaio, ha bloccato le anticipazioni di cassa al Cas in applicazione del Dl 118. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autostrade, niente soldi al Cas per manutenzioni e stipendi? Ci pensa la Regione

MessinaToday è in caricamento