rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Politica

Regione, Schifani proclamato presidente: "La giunta? Prima le emergenze dei siciliani"

L'era del nuovo esecutivo si è aperta con la cerimonia nell’aula magna del palazzo di giustizia di Palermo. Sulla formazione della squadra di governo: "Lavorerò senza assessori in attesa che si consumino i tempi procedurali"

Renato Schifani è il nuovo presidente della Regione. Lo ha proclamato, durante una cerimonia alla Corte d’appello di Palermo, il presidente dell’Ufficio centrale regionale per l’elezione del presidente della Regione e dei deputati dell’Assemblea regionale siciliana, Giacomo Montalbano. Schifani, candidato della coalizione di centrodestra, è risultato il più votato nel corso della consultazione elettorale dello scorso 25 settembre con 894.306 voti e succede a Nello Musumeci. 

"Darò immediatamente segnali concreti alle fasce deboli", promette Schifani. "Poi - continua - esaminerò i dossier di tutti gli assessorati, perché il mio compito è di ordinaria amministrazione. Chiaramente se ci saranno delle emergenze le affronteremo assumendoci la responsabilità di derogare". Sulla formazione della Giunta: "La nuova legge non consente di potermi avvalere di assessori facenti funzioni. Da domani lavorerò senza assessori in attesa che si consumino i tempi procedurali". 

Schifani, 72 anni, laureato in Giurisprudenza, per anni ha esercitato la professione di avvocato. Entrato in Forza Italia nel 1995, l'anno successivo è stato eletto al Senato e da quel momento ha concentrato il suo impegno nell'attività politica, ricoprendo anche l’incarico di presidente di Palazzo Madama dal 2008 al 2013 e capogruppo di Forza Italia nella quattordicesima e quindicesima legislatura (2001-2008).

E' stato componente della Commissione Bicamerale per le riforme costituzionali e firmatario di diversi disegni di legge, tra i quali quello sull'utilizzo delle disponibilità finanziarie per la Conferenza Onu sul crimine organizzato e quello di modifica delle norme sulla gestione e destinazione di beni sequestrati o confiscati per rendere maggiormente efficace questo istituto. Nel 2002 è stato tra i sostenitori dell'iniziativa parlamentare che ha portato alla stabilizzazione del "41 bis", trasformando il carcere duro per i mafiosi da misura straordinaria a misura definitiva, inserita a regime nell'ordinamento giuridico. 

Per domani 14 ottobre alle 18, a Palazzo  d'Orléans, in Sala Alessi a Palermo, è in programma l'insediamento del nuovo presidente della Regione Siciliana, Renato Schifani, e il conseguente passaggio di consegne con il governatore uscente Nello Musumeci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regione, Schifani proclamato presidente: "La giunta? Prima le emergenze dei siciliani"

MessinaToday è in caricamento