Niente piazza al personale delle autostrade, ricorso per comportamento antisindacale

Le organizzazioni che tutelano i dipendenti del Consorzio annunciano una denuncia contro il presidente del Cas. Saltata l'assemblea di oggi rinviata al 15 luglio

Angelo Passari, segretario aziendale Ugl

I sindacati pensano di denunciare il presidente del Consorzio autostrade siciliane, Francesco Restuccia, per comportamento antisindacale. La piazza che divide è quella di contrada Scoppo dove oggi doveva tenersi un'assemblea delle organizzazioni.  Ma Restuccia si è opposto inviando una mail 24 ore fa.

Il no di Restuccia a concedere la piazza 

Il contenzioso tocca anche i tempi sull'organizzazione della manifestazione. Per i sindacati Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl Trasporti la comunicazione dell’assemblea è pervenuta nei tempi previsti dal Contratto in atto vigente. "Stupisce - scrivono - che il presidente abbia trovato rapidamente il modo per sollevare il direttore Generale dal ruolo di interlocutore con i rappresentanti dei lavoratori quasi a giustificare i suoi silenzi anche di fronte alle numerose richieste di convocazione" I sindacati hanno richiesto un nuovo incontro a Restuccia ma solo dopo essere stati convocati dalla dirigenza. Lo stato di agitazione prosegue e il 15 luglio si svolgerà l'assemblea del personale. I sindacati oggi volevano discutere di organizzazione del lavoro compresi caselli e pianta organica, disposizioni sull’orario di lavoro e sulle assenze dal servizio, passaggio degli Ate da part time a full time e turnazione in solitario.


    


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Furto tra i tavoli del McDonald's, indaga la polizia

  • Maltempo, scatta l'allerta rossa: al Comune riunione per decidere sulla chiusura delle scuole

  • E' morta Silvana Grasso, il giudice di Corsi d'Oro e Gettonopoli

  • Accusa un malore e muore sotto lo sguardo dei passanti

  • Movida, lo sfogo di una madre: "Quando mio figlio va a ballare ormai temo il peggio, chiedo aiuto alle forze dell'ordine"

  • Commerciante messinese dona 1000 euro alla famiglia Chillè, Paolo è in terapia in California

Torna su
MessinaToday è in caricamento