Venerdì, 22 Ottobre 2021
Politica

Le ville saranno date a privati, Uiltrasporti contro il sindaco

De Luca in sopralluogo al parco Sabin ha annunciato il bando per la nuova gestione. Il sindacalista Barresi lo attacca ricordando che sul "SalvaMessina" era scritto altro

Il sindaco De Luca privatizzerà le ville. Oggi il primo cittadino è stato in sopralluoo alla Sabin definita uno dei tanti cessi a cielo aperto. "Paghiamo quatto presone: due custodi, un idraulico ed un elettricista più le utenze. Spendiamo oltre 100 mila euro l’anno per mantenere questa vergogna. Nel blitz di stamani abbiamo preteso l’apertura di tutti gli ambienti chiusi a chiave ed abbiamo trovato si tutto e di più: decespugliatori, trituratore di legname, soffiatore, moto ape, forbici, trattore, pale zappe motosega e tutta l’attrezzatura per poter garantire decoro e cura del verde. Tutto questo materiale pieno di ragnatele a dimostrazione che non si utilizzano da anni. Anche Villa Sabin è stata messa a bando per affidarne la gestione ai privati con scadenza 1 luglio prossimo. Anche questo era Messina!".

Il segretario della Uiltrasporti Michele Barresi non ci sta: "De Luca cala la maschera e adesso vuol privatizzare tutto dopo che nel Salva Messina si è scritta e votata un'altra cosa, doveva essere la futura Messina Servizi due punto zero a garantire la gestione delle ville, del verde pubblico e dei cimiteri al fine di tutelare i livelli occupazionali in caso di privatizzazione del comparto rifiuti mentre adesso pare si voglia dare tutto ai privati, nella parte terza del Salva Messina, emendata dai consiglieri del Pd , al punto uno si apre di fatto ai privati la gestione raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani e si dispone al punto due la modifica dello statuto di Messina Servizi Bene Comune al fine di affidarle la "cura del verde , delle ville e la gestione dei cimiteri, nello stesso punto del Salva Messina , si stabiliva , che il personale in esubero,  in caso di privatizzazione del servizio di smaltimento e raccolta dei rifiuti solidi urbani,  rimanesse in servizio alla Messina Servizi Bene Comune per lo svolgimento prevalentemente della gestione del verde, delle villette e dei cimiteri, ci preoccupa la sua dichiarazione circa la volontà di aprire la gestione delle ville cittadine ai privati. Del resto è solo una conferma di quanto stabilito con la delibera di giunta numero 200 dello scorso 26 marzo per la “concessione a terzi delle aree a verde comunali e delle strutture ivi insistenti” di cui ora c’è anche il bando di gara che affida per un minimo di sei anni ai privati anche la manutenzione ordinaria e straordinaria. Percorso simile pare sia previsto anche per la gestione dei cimiteri cittadini". La Uiltrasporti ha richiesto al Consiglio comunale di vigilare. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le ville saranno date a privati, Uiltrasporti contro il sindaco

MessinaToday è in caricamento