Coronavirus, didattica a distanza: 350mila per le scuole del capoluogo

Il capogruppo dei Cinquestelle alla Camera Francesco D'Uva annuncia i contenuti del decreto "Cura Italia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MessinaToday

“Le misure del Governo per affrontare l’emergenza Covid-19 passano anche dalla scuola e dal potenziamento dell’insegnamento a distanza. Sono quasi 9 milioni di euro i soldi stanziati in Sicilia e, tra questi, circa 350 mila euro quelli a sostegno di trentaquattro istituti del Comune di Messina”.

Così in una nota stampa il deputato questore Francesco D’Uva, PortaVoce messinese del Movimento 5 Stelle.“Siamo assolutamente consapevoli del momento di difficoltà cui sta andando incontro il mondo dell’insegnamento e, proprio per questo, nel decreto Cura Italia sono state previste delle risorse ad hoc. Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina ha ieri firmato il decreto e ripartito tra le Regioni gli oltre 85 milioni stanziati su tutto il territorio italiano. Si tratta di soldi che serviranno agli istituti scolastici per implementare piattaforme, strumenti digitali, connettività e dispositivi in rete. Grazie allo stanziamento di questi fondi, 34 istituti messinesi potranno dotarsi di strumenti per l’apprendimento a distanza, potenziare quelli già in uso, mettere a disposizione dispositivi in comodato d’uso gratuito, come tablet e pc, per gli studenti meno abbienti e incentivare la formazione del personale didattico sulle tecniche di didattica a distanza”.  

I più letti
Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento