Cronaca

Coronavirus, in Sicilia 29 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, nell'Isola risultano attualmente 43 persone ricoverate con sintomi (un paziente in meno rispetto a ieri), 6 in terapia intensiva e 513 in isolamento domiciliare

Ieri 89 nuovi casi di Coronavirus, oggi "solo" 29. Se i contagi in tutta Italia sono in risalita, nell'Isola si registra una frenata. Secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, nell'Isola risultano attualmente 43 persone ricoverate con sintomi (un paziente in meno rispetto a ieri), 6 in terapia intensiva e 513 in isolamento domiciliare. In totale, gli attuali positivi sono 562. I decessi sono fermi a 284. 

Un uomo di Sant'Alessio posivio, lavora in una struttura sanitaria del capoluogo

Musumeci intanto corre ai ripari. La nuova ordinanza anti-Covid firmata dal governatore - che entrerà in vigore il 14 agosto - istituisce "l'isolamento fiduciario presso la propria residenza o domicilio" per i siciliani che a partire da venerdì rientreranno dalla Grecia, da Malta e dalla Spagna. Preoccupa infatti sempre di più la situazione contagi per chi rientra dall’estero: è di poco fa la notizia di 5 giovani rientrati da Malta nel Ragusano col Coronavirus. Alla Regione si sta facendo il punto anche sulla questione discoteche. 

Coronavirus, la situazione in Italia

Coronavirus, la situazione epidemiologica in Italia nel bollettino di oggi mercoledì 12 agosto 2020. Sono 481 i nuovi casi di coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, per un totale di 251.713 contagi da inizio emergenza.

Dieci le persone morte con coronavirus nelle ultime 24 ore in Italia, che porta il totale delle vittime da inizio emergenza sale a 35.225. Le persone in terapia intensiva sono 53, 4 più di ieri. 

Bollettino 12 agosto-2

Mascherine obbligatorie

Il presidente della Regione si è detto particolarmente preoccupato per l'impennata di contagi e per quanto accade a Malta, Grecia e Sagna. Durante un'intervista al Tgr Sicilia ha ricordato che è obbligatorio indossare la mascherina, anche negli ambienti esterni, se non si ha la certezza di potere mantenere la distanza di un metro dall'interlocutore, a meno che non si tratti un convivente.  Dal presidente della Regione Siciliana, inoltre, un appello ai giovani: "Pensavano di essere immuni e invece ora rischiano di contagiare genitori e nonni. In questi giorni serve senso di responsabilità e rispetto delle regole".

Quindi sulla questione migranti: "Abbiamo detto al ministro (dell'Interno, ndr) che non vogliamo tendopoli e su questo saremo fermi e determinati". Musumeci ha ricordato di aver chiesto al Viminale "nuove navi e l'invio dell'esercito come aveva promesso. Noi vogliamo che i migranti non scendano a terra, che rimangano a bordo delle navi-quarantena e facciano lì tutti gli accertamenti sanitari. I migranti sono tenuti sotto controllo perché sappiamo dove stanno e individuiamo i positivi sin dall'inizio".

In merito all'emergenza sbarchi e alle richieste di chiusura dei porti Musumeci ha infine sottolineato: "La competenza sui nostri porti non è del presidente della Regione ma dello Stato, con le sue autorità civili e militari. La Regione porta soltanto misure di sicurezza sanitaria". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, in Sicilia 29 nuovi positivi nelle ultime 24 ore

MessinaToday è in caricamento