menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Saverio Romano, indagato dalla procura di Roma

Saverio Romano, indagato dalla procura di Roma

Truffa sui fondi per l'emergenza Covid e l'acquisto di FFP2, indagato Saverio Romano

La Procura di Roma ha aperto un'inchiesta su una fornitura da 5 milioni di mascherine e 430 mila camici. In 4 ai domiciliari. L'ex ministro: "Non ho avuto alcun rapporto né con la Regione Lazio né con il commissario Arcuri. Sono un consulente con regolare contratto"

L'ex ministro delle Politiche agricole Saverio Romano è indagato per traffico di influenze illecite nell'ambito dell'inchiesta della Procura di Roma per la fornitura di mascherine e camici. In seguito all'indagine riguardante la fornitura di 5 milioni di mascherine FFP2 e 430.000 camici da parte della European Network Tlc nella prima fase dell'emergenza sanitaria per un prezzo complessivo di circa 22 milioni di euro sono finiti agli arresti domiciliari Andelko Aleksic, Vittorio Farina, e Domenico Romeo indagati, a vario titolo e a seconda delle posizioni, per frode nelle pubbliche forniture, truffa aggravata e traffico di influenze illecite.

"L'attività tecnica ha evidenziato il quadro relazionale di cui Vittorio Farina si avvantaggia nello svolgimento della sua attività di procacciatore di affari per conto della Ent Srl. Farina vanta - si legge nell'ordinanza - rapporti con personaggi noti", come per l'appunto l'ex senatore Saverio Romano, "soggetti per il tramite dei quali riesce ad avere contatti con pubblici amministratori che in questo periodo si occupano delle forniture pubbliche di dispositivi medici e di protezione individuale".

"Non ho avuto alcun rapporto né con la Regione Lazio né con il commissario Domenico Arcuri. La polizia tributaria - ha detto all'Adnkronos l'ex ministro Saverio Romano - aveva segnalato un bonifico senza causale. Io ho fornito il contratto di consulenza, sono da tre anni solo avvocato, e la fattura dove è riportato il contratto e l'attività di consulenza. Ho pure fornito gli elementi cartacei dell'attività, quindi con causale".

"Sono consulente della European network dal marzo 2020, con regolare contratto, per mezzo del quale - ha aggiunto Saverio Romano - ho svolto regolare attività professionale. La fattura citata dagli organi di stampa è del maggio 2020 ed ha in se sia la causale dell'attività medesima sia il riferimento al contratto di consulenza. Ho già esibito alla guardia di finanza, che indaga sui fatti documentati, i necessari e dovuti riscontri. Risulta anche il nome di mia moglie dall'evidenza bancaria poiché il nostro conto corrente è cointestato".

Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci: "Ho letto sul giornale dell'inchiesta. Buon lavoro alla magistratura e agli inquirenti. Non mi occupo di acquisti, faccio il presidente della Regione e c'è un apposito ufficio che si occupa di acquistare beni e servizi. Lasciamo lavorare la magistratura. Qualsiasi condizione anche di emergenza non può legittimare atti al di fuori della legge".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento