rotate-mobile
Giovedì, 6 Ottobre 2022
Politica

Votazioni M5Stelle, da Messina l'appello a Conte: "Giovani tagliati fuori, dica se li vuole coinvolgere sul serio"

A poche ore dalle parlamentarie, la lettera di Francesco Greco nella speranza che sia l'ex premier in persona a prendere in mano la situazione e decidere delle sorti della sua candidatura

A poche ore dalle parlamentarie del M5Stelle, le votazioni online previste per oggi con cui tutti gli iscritti al partito potranno decidere i candidati che comporranno le liste alle elezioni di settembre, parte da Messina l’appello al leader del partito Giuseppe Conte contro “l’esclusione” dei giovani.

Francesco Greco, 26 anni, tra i fondatori del Comitato Salviamo Galati Marina e impegnato nel direttivo della ProLoco MessinaSud ha scritto direttamente al Rappresentante Legale, nella speranza che sia Giuseppe Conte in persona a prendere in mano la situazione e decidere delle sorti della sua candidatura.

Elezioni politiche, al via il voto delle parlamentarie cinquestelle: sei i messinesi in gara

“Ci risiamo di nuovo – si legge in una nota dell’attivista del Meetup Grilli dello Stretto - dopo non essere stata accettata la mia richiesta di candidatura al Consiglio Nazionale del Movimento 5 Stelle, il 14 agosto mi è giunta la consueta fredda e telegrafica risposta di un non meglio specificato "staff" che ha ritenuto non ammissibile la mia candidatura alle primarie del MoVimento 5 Stelle. Pertanto ho deciso di scrivere direttamente al Rappresentante Legale, nella speranza che sia Giuseppe Conte in persona a prendere in mano la situazione e decidere delle sorti della mia candidatura, in rappresentanza di tutti quei giovani che ancora credono nell'utopia del progetto politico del M5S, del suo programma, del suo leader, impegnandosi giornalmente e nelle elezioni amministrative, ed a essere cittadini attivi, incensurati e concreti sognatori. Chiedo al Leader del M5S -dice Francesco Greco- di dare speranza a tutte le giovani generazioni, coinvolgendole sul serio nel rinnovato Progetto Politico a firma Giuseppe Conte. Non si possono tradire le aspettative e le speranze di quei giovani a cui sempre più viene sotratto il futuro. Come si può chiedere ai giovani e alle giovani, agli studenti e alle studentesse, a chi è rimasto imbrigliato nella ragnatela dei neet di credere alla nostra missione, se poi queste generazioni non si vedono direttamente coinvolte, protagoniste e rappresentate?  -Conclude Greco- Oppure i giovani sono solo buoni ad essere considerati riempi lista e carne da macello da utilizzare solo nelle elezioni amministrative?".

Le parlamentarie

Le parlamentarie iniziano alle 10 del 16 agosto. Gli iscritti potranno votare anche su "una lista di nominativi ristretti" con esponenti della società civile, tra cui magistrati antimafia, docenti ed esperti impegnati sull'ambiente. "In ragione della esperienza maturata e del ruolo che ricoprono sono nominativi che ci assicureranno quella continuità di azione e di esperienza necessaria per affrontare la nuova legislatura", ha spiegato Giuseppe Conte in un video messaggio agli iscritti.

I nomi degli esponenti 5 stelle candidati erano già emersi nei giorni scorsi. La novità dell'ultima è l'elenco di "nominativi ristretti" scelti dall'ex premier.

"Con questi innesti - ha detto Conte - siamo sicuri che i principi di legalità, di lotta alla mafia, di etica pubblica, continueranno a essere obiettivi essenziali, fondamentali. Troverete anche personalità esperte nella transizione ecologica energetica. Abbiamo bisogno del loro contributo di idee, di programmi anche nel'attività parlamentare, per consentire al M5s di essere in prima fila, protagonista nella battaglia contro i cambiamenti climatici, e per la neutralità climatica".

Chi c'è nel listino

Tra i nomi nel listino di Conte che spiccano ci sono senza dubbio due magistrati di primo piano nella lotta alla mafia, Federico Cafiero de Raho e Roberto Scarpinato ma anche l'ex ministro dell'Ambiente Sergio Costa e il professor Livio De Santoli, docente dell'Università La Sapienza ed esperto di energia e ambiente. Sono i due nomi su cui Conte punta come esperti di transizione ecologica e energetica e sostenibilità ambientale.

Altra sorpresa, la presenza nel listino dell'ex sindaca di Torino, Chiara Appendino, e dell'ex ministro dell'Agricoltura, Stefano Patuanelli. Gli altri nomi, secondo indiscrezioni, sarebbero Castellone, Colucci, la messinese Barbara Floridia, Gubitosa, Licheri, Ricciardi, Silvestri, Todde e Turco. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Votazioni M5Stelle, da Messina l'appello a Conte: "Giovani tagliati fuori, dica se li vuole coinvolgere sul serio"

MessinaToday è in caricamento