Politica

M5stelle: scintille in assemblea sul Ponte, scontro anche in chat: “Ma che c... dite?”

Duro l’intervento del senatore Alberto Airola, contrario all'opera. D'Uva ricorda il caso Tav: "L'abbiamo seguita fino alla disfatta perché voi volevate così. Sulle scelte che riguardano la Sicilia sono certo ci ascolterete come noi abbiamo ascoltato voi"

Francesco D'Uva

Ancora scintille sul Ponte di Messina nel M5Stelle. Nel corso dell'assemblea con deputati e senatori che si sono incontrati su Zoom per fare il punto sulla "riorganizzazione" ha tenuto banco la questione dell’attraversamento stabile sullo Stretto, oltre il nodo amministrative e piattaforme.

Duro l’intervento del senatore Alberto Airola, contrario all'opera: “Se c'è un dibattito sul sì o sul no allora mi domando in che Movimento sto, se l'argomento sarà 'ponte si o ponte no' allora lo si dica subito altrimenti farò uscire agenzie da far venire i capelli verdi”.

Lo scontro prosegue anche nelle chat interne. Il messinese Francesco D'Uva, questore di Montecitorio, ha ricordato il caso Tav e sottolinea come la posizione sull'alta velocità Torino-Lione sia nata e cresciuta in Piemonte: "L'abbiamo seguita fino alla disfatta perché voi volevate così". "Francesco ma che c... dici, è una delle primissime battaglie di Beppe", la replica stizzita del piemontese Airola. "Sulle scelte che riguardano la Sicilia - ribatte D'Uva - sono certo ci ascolterete come noi abbiamo ascoltato voi".

II progetto ponte spacca dunque anche gli eletti in Parlamento. Se, da una parte, il deputato torinese Luca Carabetta boccia l'opera definendola su Facebook un "mostro del passato", dall'altra, nei commenti al post, la collega messinese Angela Raffa si schiera a favore e replica: "E' facile fare post sulla Sicilia quando si è nati e si vive in Piemonte... Noi siciliani quando ordiniamo online su quelle piattaforme tecnologiche che ti piacciono tanto, paghiamo un sovrapprezzo perché il ponte non c'è, ed abbiamo tempi di consegna raddoppiati".

Sui social ieri è intervenuto anche l'ex deputato Alessandro Di Battista per ribadire: "Riguardo al ponte sullo stretto non ho cambiato idea. Mi indigna solo il fatto che si parli più di tale opera che della revoca delle concessioni autostradali".

Sul ponte anche le dichiarazioni di Luigi Di Maio che in una intervista al Fatto quotidiano ha definito il M5Stelle “una forza Verde” in un'Europa dove la transizione ecologica si sta rivelando decisiva anche nelle elezioni dei vari Paesi". Ma come si coniuga “la forza verde” con il Ponte? "Sul tema – assicura - ci sarà un confronto, e ascolteremo il territorio".

Fonte: adnKronos

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5stelle: scintille in assemblea sul Ponte, scontro anche in chat: “Ma che c... dite?”

MessinaToday è in caricamento