rotate-mobile
Politica

Risanamento, Scurria braccio destro di Schifani? "Occorre aspettare l'approvazione nel Milleproroghe"

L'avvocato già a capo di Arisme verso il nuovo incarico di subcommissario ma serve tempo per l'ok del parlamento. La sottosegretaria Siracusano parla di ipotesi che deve attendere l'iter previsto dalla legge. E sul futuro di Iacp e Agenzia...

L'ipotesi è molto fondata anche se passeranno settimane, forse qualche mese prima che il decreto Milleproroghe passi il vaglio del parlamento. Con l'inserimento di una norma nel testo l'avvocato Marcello Scurria, ex presidente di Arisme che in estate si era dimesso concludendo il suo mandato a servizio dell'entourage dell'ex sindaco De Luca, sarà il subcommissario per l'emergenza Risanamento. La sottosegretaria Matilde Siracusano parla di ipotesi ma solo per ragioni istituzionali: "Sì, bisognerà attendere l'approvazione del Milleproroghe che a fine mese giungerà in Senato, Scurria ha già espresso molto favorevolmente le sue competenze al vertice di Arisme anche se parlerei di ipotesi, vedremo".

Pare proprio che sia una questione di settimane prima della nuova nomina del legale che si è distinto sotto l'amministrazione De Luca a capo dell'Agenzia per il Risanamento. La figura del subcommissario non è prevista, il prefetto Cosima Di Stani non l'aveva, ma la nomina del presidente della Regione Renato Schifani, impegnato su vari fronti, richiede l'incarico di un vice e il governo Meloni su indicazione della Siracusano assegnerà al governatore un braccio destro sul Risanamento di Messina delegato a occuparsi di progetti e appalti insieme al soggetto attuatore che a meno di modifiche sarà ancora Invitalia come avvenuto con il comissariamento della Di Stani. 

Le polemiche sollevate dal sindaco Basile contrario alla scelta governativa di Schifani per i "mille" impegni del governatore non sono state ascoltate dal governo Meloni che va avanti per la sua strada e che ha trovato in Scurria il personaggio tecnico chiave da mettere accanto al presidente della Regione: una mossa che premia l'attività pubblica dell'avvocato e che profuma di "vendetta" contro Cateno De Luca, avversario di Schifani alle regionali 2022. 

Schifani commissario per il Risanamento

Sul ruolo, le funzioni e le spese pubbliche di Arisme e Istituto Case popolari con la conferma del commissariamento sul Risanamento, la sottosegretaria non si sbilancia: "Non sono mie le competenze sul mantenimento o meno dei due enti, non dico nulla dunque; da rappresentante del governo e messinese mi interessa portare avanti e realizzare il Risanamento che in questi anni grazie alla legge speciale dell'ex governo approvata dal parlamento potrà essere completato".  

In rampa di lancio ci sono proprio le nomine regionali agli Iacp mentre su Arisme, dopo il caso Giorgianni e gli aumenti delle indennità, Basile ha già definito la sua "squadra". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risanamento, Scurria braccio destro di Schifani? "Occorre aspettare l'approvazione nel Milleproroghe"

MessinaToday è in caricamento