Politica

La Tari 2020 resterà invariata, differenziata complicata nella zona Nord

L'assemblea dei soci ha approvato il piano finanziario della Messina Servizi Spa, tavolo tecnico sul porta a porta che trova difficoltà tra l'Annunziata e Ganzirri. Novità sugli ispettori ambientali

La Tari 2020 non aumenterà. E' quanto dichiarato dal sindaco De Luca dopo l'approvazione del piano finanziario della Messina Servizi Bene Comune. L’assemblea dei soci della Spa ha detto sì al programma che riguarda anche il costo del servizio in linea con quanto previsto nel Contratto di Servizio e che, per l’anno 2020, è stato approvato per la somma di 34.998,050 milioni. 

La società ha indicato una previsione in aumento di circa il 40% dei ricavi provenienti dai Consorzi di filiera Conai (Corepla, Comieco, Corevo, Cial, Rilegno, etc.) che deriva dall’aumento della Raccolta Differenziata e dunque dall’aumento delle percentuali di materie prime che vengono avviate al riciclo. "Il conto finanziario - secondo quanto elenca il sindaco - presenta un attivo di oltre 1.500.000 euro che il Socio Unico ha deciso di destinare all’aumento del capitale sociale. Sulla raccolta differenziata nella zona nord si registra una certa riluttanza al rispetto delle modalità di conferimento, con la creazione di discariche abusive a macchia di leopardo che vengono bonificate dalla MessinaServizi quasi in tempo reale. In meno di 20 giorni la Polizia Municipale coordinamento ambiente e rifiuti, ha elevato 30 verbali da 600 ciascuno euro per discarica abusiva e 36 verbali da 450 euro ciascuno per conferimento errato".

Per De Luca si impone in modo sempre più urgente la istituzione dell’Albo degli Ispettori Ambientali Comunali Volontari per affiancare la Polizia Municipale nel servizio di monitoraggio e di dissuasione, per scoraggiare gli abbandoni e fornire un supporto costante all’utenza. L'assessore Dafne Musolino, che aveva già discusso la nuova versione del Regolamento degli Ispettori Ambientali Comunali Volontari in conferenza dei capi gruppo, presenterà lunedì la proposta di delibera direttamente al Consiglio Comunale. "Un ulteriore aspetto - conclude il sindaco . che è stato affrontato riguarda i condomini, soprattutto quelli della zona Sud, che si rifiutano di ricevere i carrellati o che non accettano le modalità di gestione del servizio, alcuni arrivando anche a minacciare la società di presentare esposti per pretesa interruzione di pubblico servizio. Non si accettano le strumentalizzazioni e le provocazioni, e si rinnova l’invito a tutti i cittadini a collaborare per la riuscita del servizio di raccolta differenziata. Ma per i condomini che si dimostrano più ostici e che perseguono la strada dello scontro e della imposizione, partiremo con le Ordinanze Sindacali di obbligo alla ricezione dei carrellati, pena la denuncia penale per violazione di ordinanza sindacale.

Alla squadra della Polizia Municipale che già opera specificatamente nel settore ambientale verranno assegnati ulteriori agenti che si dedicheranno specificatamente alla contestazione della inottemperanza con applicazione delle sanzioni previste dalla legge".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Tari 2020 resterà invariata, differenziata complicata nella zona Nord

MessinaToday è in caricamento