menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ex caserma Gasparro. Foto: Google

L'ex caserma Gasparro. Foto: Google

Migranti, scade l'appalto per il Cas di Bisconte: 20 dipendenti senza certezze vanno dal sindaco

Il 5 dicembre termina l'accordo tra Prefettura e Badia Grande per la gestione del centro di accoglienza. Silenzio dalle istituzioni e lavoratori pronti alla protesta. Intanto resta in piedi l'ipotesi centro per minori

Sull'ex caserma Gasparro di Bisconte prevale l'incertezza. Il prossimo 5 dicembre scadrà infatti l'appalto per la gestione del Centro d'Accoglienza Speciale, vinto dalla cooperativa Badia Grande. Ma a distanza di due giorni non si conoscono ancora le intenzioni della Prefettura circa la gestione dell'impianto. Dopo lo sgombero dello scorso settembre, la struttura è attualmente presidiata dalle forze dell'ordine e senza alcun ospite al suo interno, ma Palazzo del Governo non ha abbandonato l'idea di trasformarla in un centro per i minori migranti, così come avevamo anticipato il mese scorso.

Stop stipendi da agosto, la vertenza dei lavoratori della cooperativa Badia Grande

Intanto, 20 dipendenti aspettano risposte certe sul loro futuro occupazionale. I lavoratori del Cas sono stati trasferiti a Pozzallo lo scorso settembre e adesso chiedono garanzie da Prefettura e amministrazione comunale proprio in virtù della scadenza imminente del bando. Nei giorni scorsi la stessa Fp Cgil aveva chiesto lumi al prefetto Librizzi invocando un incontro urgente per chiarire la questione, ma la richiesta finora non è stata esaudita. E adesso sono proprio i dipendenti a prendere l'iniziativa. Nel tardo pomeriggio una loro delegazione, rappresentata dall'operatore Diego Vadalà, andrà a bussare alla porta di Cateno De Luca invocando risposte certe e chiedendo l'eventuale inserimento in un nuovo bando per la gestione del centro per minori su cui si continua a lavorare.

La decisione del sindaco di svuotare l'ex caserma di Bisconte ha pesato anche sui lavoratori impegnati nell'hotspot, il cui appalto scadrà la prossima privare. Attualmente i dipendenti usufruiscono di ammortizzatori sociali previsti al momento fino alla fine delle mese. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MessinaToday è in caricamento